Ambiente: Amici della Terra fanno il punto sull’efficienza energetica

MeteoWeb

E’ in corso a Roma la X Conferenza Nazionale sull’efficienza energetica, la ormai storica due giorni organizzata dagli Amici della Terra per fare il punto sullo stato delle politiche e per avanzare proposte sui nuovi obiettivi nazionali di efficienza energetica.

Questa mattina nella prima sessione dei lavori si e’ parlato di mobilita’ e di combustibili alternativi. Riccardo De Lauretis per Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale – ha fatto un quadro chiaro dei consumi di energia e delle emissioni in Italia.

“Abbiamo ascoltato buone pratiche di mobilita’ elettrica e a gas naturale” scrivono sul loro sito Facebook gli Amici della Terra e citano “gli investimenti nell’infrastruttura di ricarica di Enel X, i biocarburanti da scarti dell’industria agroalimentare come gli oli fritti di Eni, l’abbattimento delle emissioni nel trasporto pesante con i mezzi pesanti a metano di CNH Industrial, la prima nave a #GNLdi Gruppo Caronte & Tourist, la sfida della mobilita’ connessa di A2A, il biometano a km zero di Acqua&Sole Neorurale.

La Conferenza e’ organizzata in 4 sessioni: le prime tre dedicate ai principali settori di impiego dell’energia, trasporti, edifici e industria, ed una quarta in cui i rappresentanti degli stakeholder si confrontano in una tavola rotonda. Questa edizione della Conferenza rappresenta il contributo degli Amici della Terra al Piano energia e clima che l’Italia dovra’ presentare entro la fine di quest’anno, in conseguenza dei nuovi target comunitari al 2030 fissati dall’Unione dell’Energia. “Gli obiettivi europei- ha spiegato Monica Tommasi, presidente degli Amici della Terra, che ha aperto oggi la Conferenza – sono molto ambizioni e la scelta degli strumenti nazionali, legislativi e finanziari, puo’ comportare un forte sostegno e sviluppo dell’industria italiana, in caso positivo. In caso negativo – ha sottolineato – puo’ comportare un ulteriore impoverimento del tessuto sociale e per l’industria italiana una perdita di competitivita’. Per questo, pensiamo che il Piano energia e climadebba correggere gli errori e i limiti della Sen 2017, con il coraggio commisurato all’ambizione espressa negli obiettivi comunitari al 2030.”

Le tre sessioni si sviluppano sulla base delle azioni chiave proposte degli Amici della Terra per gli obiettivi al 2030, su cui si confrontano una serie di aziende italiane selezionate per raccontare le loro buone pratiche di efficienza energetica e d’innovazione tecnologica, e i rappresentanti del Governo e del Parlamento, impegnati nella elaborazione del Piano nazionale energia e clima. Nel pomeriggio sono iniziati i lavori della seconda sessione che si concentra sugli edifici e sul terziario. Ai lavori, introdotti da Alessandro Federici dell’Enea, prendono parte dirigenti di A2A Calore e Servizi, GBC Italia e Clivet spa, Gruppo italiano pompe di calore, Whirpool, Gruppo Hera, Eni Gas&Luce, Enel X e Robur.

Conclude Sara Romano, Direttore Generale del MISE. Domani mattina, invece, la terza sessione si concentrera’ sull’industria – rappresenta il 25% dei consumi finali di energia – dove e’ necessario e possibile integrare obiettivi di efficienza energetica e di politica industriale per rafforzare la competitivita’ del Paese. Interverranno dirigenti di Wartsilia, Aicarr, Buzzi Unicem, Eni, A2A Energy Solution, Ekogreen Power, Grupo Hera. Concluderanno i lavori, Massimo Beccarello, Ufficio studi Confindustria, Barbara Saltamartini, Presidente Commissione Industria Camera, e il Sottosegretario del MISE Davide Crippa. Domani pomeriggio e’ prevista la tavola rotonda “Azioni Chiave e Strategie per gli Obiettivi al 2030” tra Confindustria Energia, Utilitalia, Confitarma, Assoclima, Applia Italia, Confindustria Ceramiche, Assoliquidi/Federchimica, Motus-e, Fire e Ngv Italia. Concluderanno la Conferenza gli interventi di Federico Testa, Presidente Enea, Stefano Besseghini, Presidente Arera, Renato Moneta ad Gse, Monica Tommasi, Presidente Amici della Terra e Gianni Pietro Girotto, Presidente Commissione Industria Senato.