Domani Vienna Cammarota racconterà la sua esperienza alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico in svolgimento a Paestum

“Guida Ambientale Escursionistica o Guida Naturalistica chi, per attività professionale, accompagna in sicurezza, a piedi o con altro mezzo di locomozione non a motore (fatto salvo l’uso degli stessi per raggiungere i luoghi di visita), persone singole o gruppi in ambienti naturali, anche innevati, assicurando  la necessaria assistenza tecnica e svolgendo attività di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale ed educazione alla sostenibilità. Domani alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in svolgimento a Paestum, presenterò ed illustrerò la nostra figura professionale e dunque l’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche AIGAE”. Lo ha annunciato oggi, Vienna Cammarota, Coordinatrice delle Guide Aigae della Campania e Consigliere Nazionale dell’Aigae. Vienna nel 2016 si è resa protagonista del cammino a piedi dal Parco Nazionale del Cilento, partendo proprio dai Templi di Paestum, fino al Golfo di Manfredonia nel Parco Nazionale del Gargano. Ogni giorno ha raccontato il mutamento del tessuto sociale dei borghi irpini colpiti dal terremoto del 1980. Vienna Cammarota è anche l’unica donna al mondo che all’età di 68 anni ha percorso a piedi l’intero viaggio compiuto dal 1786 al 1788 da Wolfgang Goethe, partendo nell’Agosto del 2017 dalla cittadina termale di Karlovy Vary, nei pressi di Praga e concludendo il cammino a Messina il 14 Giugno del 2018. Vienna attraversò a piedi la Boemia, la Baviera, l’Austria, le Alpi, il Tirolo, il Trentino, il Veneto, l’Emilia – Romagna, l’Umbria, la Toscana, l’Abruzzo, l’Italia centrale, il Lazio, la Campania. Poi come Goethe, Vienna Cammarota ha raggiunto Palermo ed attraversato la Valle del Belice a 50 anni dal terremoto. E’ arrivata a Selinunte nel Maggio del 2018, poi Catania, la zona etnea, infine Messina. Di lei hanno scritto e parlato l’intera stampa tedesca, austriaca, italiana ed i grandi network televisivi nazionali ed esteri. Decine di scuole l’hanno voluta per incontrare centinaia di studenti. In Sicilia è stata accolta da numerosi sindaci come Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ma dalla classe intellettuale femminile, ad esempio la contessa Chiara Modica Donà delle Rose, Presidente della Biennale Internazionale di Arte Sacra, dall’architetto Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico di Selinunte, dall’archeologo Sebastiano Tusa, Assessore ai Beni Culturali ed all’Identità Siciliana della Regione Sicilia”.

Domani, Vienna Cammarota, sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico in svolgimento a Paestum ed illustrerà alla stampa ed istituzioni, la figura professionale di Guida Ambientale Escursionistica, l’AIGAE ma anche le sue imminenti e nuove imprese.

Cosa fa la Guida Ambientale Escursionistica?

“L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede la descrizione, la spiegazione e l’illustrazione degli aspetti ambientali, naturalistici, antropologici e culturali del territorio con connotazioni scientifico-culturali, conducendo in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico, ecoambientale, etnologico ed ecologico – ha continuato Cammarota –  allo scopo di illustrarne gli elementi, le caratteristiche, i rapporti ecologici, il legame con la storia e le tradizioni culturali ed enogastronomiche, le attrattive paesaggistiche, e di fornire elementi di sostenibilità e di educazione ambientale. L’attività professionale della Guida Ambientale Escursionistica prevede inoltre la progettazione, programmazione e svolgimento di laboratori ed iniziative di didattica, educazione, interpretazione e divulgazione ambientale, anche affiancando, in ambito scolastico, il corpo insegnante.
Sono escluse dall’ambito professionale della Guida Ambientale Escursionistica tutte le attività e i percorsi che richiedano comunque l’uso di attrezzature e di tecniche alpinistiche, cioè corda, piccozza e ramponi.

La Guida Ambientale Escursionistica può conseguire specializzazioni in uno degli indirizzi previsti dal piano formativo nazionale di Aigae: ad esempio cicloturismo, per accompagnare in bicicletta; mountain bike e ciclismo fuori strada, per accompagnare in bicicletta da montagna;
equiturismo, per accompagnare in itinerari, gite o passeggiate a cavallo;  turismo acquatico (canoa, kayak, etc), per accompagnare in itinerari fluviali, lacuali e marini; turismo subacqueo, per accompagnare nello snorkeling e nelle immersioni dopo avere fornito loro informazioni sul sito subacqueo e sulle sue caratteristiche; turismo someggiato, per accompagnare con l’ausilio di animali da soma; interpretazione ambientale, acquisendo la specializzazione di Interprete Ambientale”.

Come si diventa Guida Ambientale Escursionistica?

“Si diventa Guida Ambientale Escursionistica AIGAE – ha proseguito Vienna Cammarota – frequentando un corso di 300 ore fatto di teoria e pratica sul campo con lo studio di numerose materie come cartografia, geologia, archeologia e tante altre ancora. Al termine del corso si deve affrontare un esame ”.                                                      

La professione di Guida Ambientale Escursionistica è riconosciuta a livello europeo

“La professione della GAE è riconosciuta a livello europeo, tramite l’adozione del regolamento ISCO- 08 avvenuta con il Regolamento (CE) n. 1022/2009 del 29 ottobre 2009 della Commissione2 che modifica i regolamenti (CE) n. 1738/2005, (CE) n. 698/2006 e (CE) n. 377/2008 per quanto riguarda la classificazione internazionale tipo delle professioni (ISCO).

Il profilo professionale della GAE o Guida Naturalistica è altresì definito  – ha continuato Vienna Cammarota – e descritto dallo stesso Ministero del Lavoro e delle politiche sociali tramite l’Isfol, Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori, ed è altresì considerato e descritto dall’ISTAT, sempre quale profilo professionale distinto dalla guida turistica sulla base della International Standard Classification of Occupations – Isco085; la stessa fonte recepita dalla Unione Europea quale classificazione ufficiale delle professioni”.

Che cosa è AIGAE?

“Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche è l’Associazione di categoria nazionale che rappresenta chi per professione accompagna le persone in Natura, illustrando loro le caratteristiche ambientali e culturali dell’area visitata.
È inserita nell’elenco ricognitivo del Ministero dello Sviluppo Economico – ha proseguito Cammarota –  tra le Associazioni Professionali che rilasciano l’Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale dei Servizi prestati dai Soci”, ai sensi della Legge n°4/2013 (artt. 4, 7 e 8). Inoltre anche in fase emergenziale le nostre guide stanno offrendo valido supporto in materia di tutela del territorio ed anche delle comunità che lo abitano”.

Ci saranno altre imprese?

“Si ci saranno – ha concluso Vienna Cammarota – le sto studiando e le annuncerò domani alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum nel briefing che terrò alle ore 12 presso il Centro Espositivo al Savoy Hotel”.

Domani, Domenica 18 Novembre, Briefing Stampa, di Vienna Cammarota, al Centro Espositivo Hotel Savoy, alle ore 12, nell’ambito della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum, presso la Sala Nettuno.