Maltempo, Ronchi: “L’abusivismo cresce, in 10 anni da 11% al 19%”

“In Italia non soltanto il consumo del suolo rimane alto, ma è preoccupante la crescita dell’abusivismo edilizio. Non solo non è stato debellato, ma è in aumento. E’ arrivato al 19% del nuovo costruito. Eravamo all’11% dieci anni fa. Ci sono regioni del Sud dove arriva al 50%. Ogni due costruzioni nuove, una è abusiva”. Lo ha detto stamani a Rimini Edo Ronchi, ex ministro dell’Ambiente e presidente delle Fondazione per lo Sviluppo Rinnovabile, a margine della inaugurazione degli Stati Generali della Green Economy, nell’ambito della fiera Ecomondo-Key Energy.

“Il condono del Decreto Genova è da togliere di mezzo – ha aggiunto Ronchi – ogni condono incoraggia nuovo abusivismo, in qualsiasi forma, anche attenuata. Bisogna fermarlo, i condoni sono sempre nocivi. Ma bisognerebbe anche prendere atto che, dove i sindaci non intervengono nelle demolizioni, intervengano i prefetti”.

Per Ronchi tuttavia i disastri della scorsa settimana in Liguria, Nordest e Sicilia non sono dovuti solo all’abusivismo: “Qui è il cambiamento del clima – commenta – e mi fa specie che ci sia qualcuno che polemizzi con l’ambientalismo. L’ambientalismo e’ stato il primo a denunciare la crisi climatica e la necessita’ di prendere misure adeguate. Si è fatto poco, non si sta facendo ancora a sufficienza. In Italia ci siamo fermati alle dichiarazioni di principio. Non ci sono misure applicate al nuovo contesto climatico nella gestione dei territori”.