Maltempo Belluno: tutta la città alimentata elettricamente con generatori o dalla rete

Risulta alimentata elettricamente tutta la città di Belluno, con generatori o dalla rete principale. Persistono però i problemi di blackout a causa dell’esaurirsi del carburante. “Ricordiamo il numero fornito da Enel – sottolinea il Sindaco, Jacopo Massaro – quale comunicare eventuali distacchi di corrente, che è lo 0437/392387”.

“Cosa NON fare. In questo momento, sono necessari solamente gli interventi sul territorio da parte di professionisti e dei volontari della protezione civile. Vi chiedo quindi – spiega il sindaco rivolto ai suoi concittadini – di non contattare i numeri di emergenza delle varie forze dell’ordine per dare la vostra disponibilità ad intervenire. Quei numeri sono riservati ai casi urgenti e non devono essere occupati dalle pur lodevoli proposte di aiuto”.

Molti anche gli appelli lanciati sui social network, dalle raccolte di vestiti alla ricerca di personale specializzato in uso motoseghe, taglio piante, ed altro: “Al momento, non abbiamo necessità di questo tipo in città. – continua Massaro – Tutte le eventuali richieste passano per le vie istituzionali, i siti e le pagine social del Comune di Belluno e del Sindaco di Belluno; vi chiediamo quindi di non rilanciare appelli che non siano presenti su queste piattaforme”.

Per chi vuole dare concretamente una mano alla città di Belluno, l’appuntamento è per domani, domenica 4 novembre, alle ore 09.00 al  parcheggio di Lambioi: “Qui raduneremo tutti i volontari che hanno dato la loro disponibilità a pulire le nostre strade da rami, fango e foglie. – anticipa Massaro – Formeremo le squadre, sotto la direzione della Protezione Civile comunale, e poi le invieremo nelle zone del nostro comune dove c’è più necessità”. Oltre 200 le adesioni già raccolte, ed altri potranno aggiungersi direttamente domani mattina sul posto. A questi volontari si aggiungeranno gli scout, i richiedenti asilo e gli uomini della Protezione Civile.

Sarà necessario portare con sé abbigliamento da lavoro; scarpe antinfortunistica o scarponcelli (per chi toglierà il fango andranno bene anche  semplici stivali di gomma); guanti da lavoro; una pettorina catarifrangente (come quella da tenere in automobile); attrezzi da lavoro come badili, rastrelli, pale, zappette, ronche, carriole; pranzo al sacco.

Il parcheggio di Lambioi per l’occasione sarà gratuito: “Vi chiediamo comunque di arrivare con più persone in una sola auto; – la richiesta del sindaco – meglio ancora se avete furgoni o mezzi per trasportare più persone, così da agevolare il trasporto verso i luoghi di intervento”. “Vi chiedo  ancora di non avviare per ora raccolte di fondi, ma di contattarci – aggiunge  Massaro – in modo che lunedì o martedì possiamo comunicare ai cittadini un elenco ufficiale delle raccolte di fondi. Per presentare la propria proposta è sufficiente un sms o messaggio WhatsApp al 328 – 2287358. Infine, si consiglia ancora di tenersi sempre informati consultando solo canali ufficiali, come il sito istituzionale del comune di Belluno, della Prefettura di Belluno, la pagina Facebook del Sindaco di Belluno o del Comune, i media ufficiali, evitando di dare credito a informazioni non verificate.