Maltempo, Tajani visita Terracina: “Il governo attivi il fondo Ue”

A Terracina, come in altre zone d’Italia colpite dal Maltempo, “c’e’ uno scenario da apocalisse”: “mi auguro che il governo attivi subito il fondo di solidarieta’ europeo e faccia il conto dei danni senza perdere tempo”.

Lo ha detto il presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani, al termine della sua visita nel comune dell’Agro Pontino, dove ha incontrato anche i sindaci di Fondi e Gaeta. Tajani ha riferito di “muri sfondati da tegole, alberi secolari sradicati, case scoperchiate” e “di gente terrorizzata”.

Una situazione, ha sottolineato, che “non riguarda solo il Lazio, ma anche il Veneto e il Friuli”, e “che sta mettendo in ginocchio l’agricoltura”.

Cosa puo’ fare l’Europa? “L’Italia – ha detto Tajani – deve chiedere di attivare il fondo di solidarieta’ dell’Ue, e per farlo deve presentare una richiesta entro le 12 settimane dalla fine dell’evento con il conto complessivo di tutti i danni”: “per potervi accedere deve essere di almeno tre miliardi o lo 0,6% del pil”. Ma nell’immediato, ha aggiunto, “le regioni possono utilizzare i fondi strutturali a disposizione con un semplice cofinanziamento”. Il presidente dell’europarlamento ha espresso la propria “vicinanza a tutte le zone d’Italia colpite e nel ricordo delle vittime del Maltempo che sono state troppe” e si e’ detto “a disposizione per aiutare le popolazioni italiane”.