Astronomia, stelle cadenti: è il picco delle Tauridi, le meteore originate dai resti della cometa Encke

Nuovo appuntamento astronomico nel cielo di novembre: in questi giorni abbiamo l’opportunità di osservare lo sciame meteorico delle Tauridi. Il radiante, come comprensibile dal nome dello sciame, proviene dalla costellazione del Toro ed è generato dal passaggio attraverso i residui della disintegrazione cometa Encke. Le meteore, delle dimensioni di sassi o poco più, si disintegreranno attraversando la nostra atmosfera alla velocità di 30 km/s.

Il numero di stelle cadenti aumenta nella prima metà del mese, ed il picco è previsto tra il 7 e l’8 novembre: l’osservazione non sarà disturbata dalla luce lunare (il Novilunio è il 7 novembre).

Non sono numerose (circa 5 l’ora), ma si distinguono per il loro intenso colore arancio e una particolare lentezza.

La cometa Encke è ritenuta tra l’altro fonte di due sciami meteorici, le Tauridi di novembre, divise in due sub radianti, le Tauridi Nord e le Tauridi Sud, visibili da fine ottobre a metà novembre e le Beta Tauridi, visibili fine giugno a inizio luglio.