Batterio Chimera, Salus Hospital: “Legame tra intervento, contagio e decesso in fase di verifica”

MeteoWeb

Di seguito la nota della direzione sanitaria di Salus Hospital (Reggio Emilia) in merito all’accertamento di due nuovi casi di contagio da micobatterio chimera.

I due pazienti, si spiega “sono stati operati al Salus Hospital fra il 2011 e il 2015, erano affetti da polipatologie e sono stati regolarmente dimessi dopo la verifica dell’adeguato stato di salute. Il decesso si è quindi verificato dopo diversi anni e non durante il ricovero.

Non è a noi noto se i pazienti siano stati ricoverati presso altri ospedali successivamente all’intervento cardiochirurgico condotto al Salus Hospital e la segnalazione di contagio attualmente emersa. Pertanto, vista la verifica ancora in corso delle oggettive e ufficiali relazioni fra decesso e contagio, non è oggettivamente possibile considerare riconosciuto il legame fra i due eventi.

Il terzo caso emerso nelle ultime ore si riferisce a un paziente che è stato operato al Salus Hospital nel 2011, ed è deceduto nel 2015 e sul referto successivamente analizzato post mortem sarebbe emersa una presenza di Mycobacterium chimaera. Anche in questo caso i legami fra l’intervento, il contagio e il decesso sono attualmente in fase di verifica.

Da ultimo, precisiamo che il quarto paziente di cui si parla è attualmente vivo.”