Batterio Killer, Emilia Romagna: i casi accertati salgono a 4

MeteoWeb

In Emilia Romagna salgono a quattro i casi accertati di infezione da Mycobacterium chimaera. Sono infatti terminate le verifiche sugli altri due casi sospetti emersi un paio di settimane fa su pazienti operati a cuore aperto, come i due precedenti, al Salus Hospital di Reggio Emilia.

I due casi sono dunque stati accertati come riporta il Corriere di Bologna. La notizia e’ stata confermata dalla Regione che aveva avviato un’indagine sul micobatterio chimera, che si puo’ annidare in una macchina in uso nelle sale operatorie.

“Dei quattro casi di infezione, tre sono decessi – ha spiegato al Corriere di Bologna, Maria Luisa Moro, direttrice dell’Agenzia sanitaria e sociale regionale – mentre un paziente e’ in buona salute. Stiamo ancora lavorando per cercare di capire se ci sono stati altri casi di infezione, analizzando la coorte di operati per sostituzione delle valvole aortiche tra il 2010 e il 2017 che hanno avuto un decesso per infezione”. Si tratta di 134 casi complessivi che sono analizzati dalla Regione Emilia Romagna per rispondere a una precisa richiesta del ministero della salute.