Beve la soda caustica: bimbo salvato con intervento di 9 ore

MeteoWeb

Tre equipe chirurgiche dell’ospedale di Alessandria si sono alternate in un intervento in chirurgia robotica, durato nove ore, che ha consentito di salvare un bimbo di due anni, che aveva ingerito un detergente contenente soda caustica.

Il piccolo era stato ricoverato circa sei mesi fa all’Infantile dell’azienda ospedaliera di Alessandria in condizioni critiche, conseguenza dell’ingestione che aveva causato una stenosi esofagea.

Tutti i tentativi di preservare l’esofago del bambino sono risultati vani e a settembre si e’ deciso di procedere alla rimozione dell’organo corroso ed alla sua sostituzione con un segmento di colon. Sono stati coinvolti nell’intervento otorinolaringoiatri, cardiochirurghi e chirurgo toracico e chirurghi pediatri.

Le tre equipe hanno portato avanti un intervento innovativo in eta’ pediatrica, ossia la prima esofagectomia transiatale ed esofagocolonplastica mediastinica posteriore con approccio robotico. Oggi, riferiscono dall’ospedale alessandrino, dopo circa due mesi dall’intervento, il piccolo “è stato dimesso e può finalmente reiniziare a vivere una vita normale”.