Marina militare: altre due navi radiate dal naviglio

MeteoWeb

Altre due navi della Marina militare sono state radiate dal quadro del naviglio militare dello Stato: si tratta dell’ex dragamine Mitilo e del rimorchiatore d’altura Prometeo. Nave Mitilo, varata l’8 giugno 1957, è stata impiegata prevalentemente per attività di pattugliamento e bonifica da minacce subacquee all’ingresso dei porti.

Nell’ultima fase della sua vita operativa, assieme alle altre unita’ della classe “Aragosta”, è stata periodicamente dislocata a Livorno, per poter garantire le esigenze formative dei giovani allievi ufficiali dell’Accademia Navale. Nave Prometeo, appartenente alla classe “Atlante”, è stata concepita come rimorchiatore d’altura sia per il soccorso in mare che per l’impiego antincendio. Varata nel 1975 presso i cantieri navali Visentini di Donada (Rovigo), e consegnata alla Marina Militare l’anno successivo, ha operato nelle sedi di Napoli, Messina e Augusta.

Nel mese di ottobre 2017, rispettivamente nelle sedi di Augusta e della Spezia, le due unita’ navali hanno concluso la loro attività operativa con la rituale cerimonia solenne dell’Ultimo ammaina bandiera, alla presenza della popolazione e delle autorità militari e civili locali ed oggi, contestualmente alla radiazione, le navi assumeranno la denominazione di “galleggianti” per la successiva attività di alienazione.