Clima: fondi Emilia-Romagna per ridurre le emissioni dei gas serra

Efficienza energetica, maggiore impiego di fonti rinnovabili, riduzione dei consumi idrici attraverso tecniche di riciclo di acqua, estensione delle alberature e delle zone verdi

MeteoWeb

Efficienza energetica, maggiore impiego di fonti rinnovabili, riduzione dei consumi idrici attraverso tecniche di riciclo di acqua, estensione delle alberature e delle zone verdi. Sono alcune delle misure di mitigazione ai cambiamenti climatici che i primi cittadini dell’Emilia-Romagna potranno adottare aderendo al nuovo Patto dei sindaci per ridurre le emissioni di gas nocivi e individuando progetti e iniziative per contrastare gli effetti del cambiamento climatico entro il 2030.

La Regione Emilia-Romagna emette un bando, destinato a Comuni e Unioni di Comuni, per sostenere la partecipazione all’iniziativa europea “Patto dei sindaci per il Clima e l’energia” e in particolare la redazione del Piano d’azione per il Clima e l’energia sostenibile (Paesc), in cui i sindaci firmatari del Patto traducono in azioni e misure concrete gli obiettivi di riduzione del 40% di gas serra e di crescita della adattabilita’ dei territori agli effetti del cambiamento climatico.

Il bando prevede contributi a fondo perduto, a forfait, secondo le soglie di abitanti che vanno dai 6 ai 20 mila euro per i Comuni e dai 10 a 30 mila euro per le Unioni di Comuni. Il contributo raddoppia per i Comuni fusi e le Unioni che partecipano con il 100% dei Comuni. Domande entro il 31 maggio 2019.