Cosa succede davvero quando non si lavano i denti? Dal diabete all’ictus, le conseguenze possono essere molto serie

Lavare regolarmente i denti non è solo una questione di igiene ma contribuisce anche a proteggere la salute generale di ogni individuo: ecco le conseguenze più serie che possono derivare da questa mancata abitudine

MeteoWeb

È nota a tutti l’importanza di lavare regolarmente i denti, almeno 2 volte al giorno. E non si tratta solo di igiene. Lavare i denti con regolarità, infatti, può contribuire a proteggere anche la salute generale. Esiste una serie di condizioni che possono derivare da questa mancata abitudine e il rischio non si limita solo alle carie. È sicuramente una tentazione quella di saltare lo spazzolamento dei denti di tanto in tanto: siamo troppo stanchi, ce ne dimentichiamo e trascuriamo così una parte molto importante dell’igiene e cura personale. In questo articolo, spiegheremo cosa succede al corpo quando non ci si lava i denti e forse aiuterà a saltare questa routine con molta meno frequenza.

Parodontite e perdita dell’osso

Oltre alle carie, non lavando i denti si corre il rischio di una parodontite e persino della perdita dell’osso su cui poggiano i denti. Lo specialista Rajan Sharma, fondatore di Eon Clinics, ha spiegato: “I batteri producono alcuni enzimi che iniziano davvero a mangiare l’osso e quando si sviluppa la parodontite, la causa diventa effetto. Ora l’osso viene “mangiato”, c’è più spazio per la crescita dei batteri, quindi la causa diventa effetto e l’effetto diventa causa e il ciclo ricomincia per un’ulteriore perdita ossea”. L’infezione che causa la parodontite può persino richiedere l’intervento chirurgico per affrontare il problema, se è molto grave.

Diabete

diabeteIl diabete è una seria patologia che affligge troppe persone nel mondo, dai bambini agli adulti. Secondo uno studio pubblicato su Journal of the American Dental Association, sembra esserci un’associazione tra la periodontite (un’infiammazione/infezione delle gengive) e il diabete. Questa ricerca non significa che una condizione causa l’altra, ma sembra che coloro che soffrono di periodontite (che è spesso il risultato di una scarsa igiene orale) abbiano più probabilità di avere il diabete. Entrambe le patologie possono essere molto gravi, soprattutto se non curate. Quindi, lavare i denti può aiutare a proteggere da questi rischi.

Malattie cardiache

Sembrerebbe esserci una correlazione anche tra la mancata abitudine di lavare i denti e le malattie cardiache. “I batteri che rimangono nella bocca quando non ci si lava i denti finiscono nel flusso sanguigno e possono influenzare i processi corporei naturali, come la capacità naturale del corpo di combattere le malattie infettive. Una scarsa igiene orale può causare malattie cardiache, ictus e persino l’Alzheimer”, ha spiegato il Dott. Brent Rusnak, dentista e fondatore di River Run Dental. Prevenire queste patologie, piuttosto che aspettare di curarle, può contribuire a preservare la salute generale e salvare molte vite.

Ictus

Non lavare i denti può portare ad infarti e ictus. “I batteri che risiedono nella placca all’interno della bocca entreranno nel flusso sanguigno e viaggeranno fino al cuore e al cervello per poi creare placche nelle arterie. Se queste placche crescono tanto da impedire al sangue di fluire in quell’area, le cellule presenti moriranno per la mancanza di ossigeno. Il cuore e il cervello sono le aree più suscettibili agli effetti dannosi delle placche nelle arterie”, ha precisato il Dott. Dott. Nirav Shah, dentista della California. Prevenire ed eliminare la placca prima che abbia la possibilità di migrare e peggiorare di molto la situazione può evitare disabilità e persino la morte.

Alito cattivo

Quando non si lavano i denti, si sta creando un ambiente per la crescita di placca e carie nella bocca. Pensate solo a tutto quello che avete mangiato oggi. Ogni volta che mangiate, i resti del cibo si attaccano ai vostri denti. Se non vengono spazzolati, si svilupperà la placca e nel corso del tempo, potrebbe indurirsi in tartaro, che può essere rimosso solo da un dentista”, ha spiegato il Dott. Glenn LeSueur (di Drs of Smiles). Tutti questi resti di cibo accumulati possono produrre alito cattivo. Lavare i denti aiuterà ad evitare momenti sicuramente molto imbarazzanti.

Gengivite

Prima di finire per avere una vera e propria parodontite, si manifesta spesso qualcosa noto come gengivite. Come spiegato da Shah, la gengivite è “l’infiammazione iniziale, il gonfiore e il sanguinamento delle gengive”. È importante prendersi cura delle proprie gengive e dei tessuti molli della bocca prima di arrivare a questo punto, ma forse è anche più importante fare tutto il possibile quando si iniziano a vedere i primi segni di gengivite per alleviare il problema e assicurarsi che la patologia non progredisca in qualcosa di peggiore, che sarebbe più doloroso e difficile da trattare.

Parto prematuro

la gravidanzaÈ stato provato che la gengivite porti a parto prematuro e basso peso alla nascita”, ha spiegato Shah. Se si salta la routine dello spazzolamento dei denti troppo spesso, questo può influenzare negativamente il bambino, in caso di gravidanza. Se si ha la gengivite, si potrebbe finire per avere un parto prematuro, che comporta che il bambino non sia cresciuto e sviluppato come dovrebbe essere, che a sua volta porta molti altri seri problemi. Solitamente durante la gravidanza si cerca di mangiare meglio, dormire meglio e prendersi meglio cura di sé, ma anche lavarsi i denti dovrebbe essere qualcosa da non trascurare.

Erosione smalto

denti smalto
Credit: University of Washington

Lo smalto, presente su ogni dente, è estremamente importante, poiché svolge una funzione di protezione dei denti stessi. “Pensate a cosa succede al cibo quando viene lasciato fuori dal frigorifero durante la notte… inizia a guastarsi. La bocca, essendo ad una temperatura persino più alta (a +37°C), crea un ambiente in cui questo processo di deterioramento del cibo può verificarsi più velocemente. I batteri si nutrono di questi avanzi di cibo, creando la placca dentale. La placca ha un odore distinto. La prolungata presenza di questa placa sulle gengive ne causa l’infiammazione, con la reazione iniziale di gengive sanguinanti. La prolungata presenza di questa placca sui denti causa l’erosione dello smalto”, ha aggiunto Shah. L’erosione della copertura di smalto sui denti farà decadere i denti molto più velocemente del normale. Lo smalto è essenziale per proteggere i denti e prendersene cura, lavando i denti, passando il filo e andando dal dentista, può aiutare a farlo.

Denti macchiati

Quando mangiamo o beviamo cose che hanno pigmenti più scuri (come caffè, tè o vino), possono rendere i denti gialli al posto di lasciarli bianchi. Anche il fumo può scurire i denti e macchiarli nel corso del tempo. “I denti prenderanno le macchie del nostro cibo e delle nostre bevande e se queste macchie rimangono sui denti troppo a lungo, inizieranno a cambiare il colore dei denti”, ha aggiunto Shah. Anche se lavare i denti due volte al giorno potrebbe non essere sufficiente per impedire ai denti di diventare un po’ più gialli, è sicuramente un buon inizio.

Bere spremute, vino e caffè, lavare i denti subito dopo i pasti e non la sera: ecco gli errori inconsapevoli più comuni legati all’igiene orale