Ponte Genova, Bucci: “Ritardi? Ci sono, ma saremo pronti il 15/4/2020”

"Tedeschi ha ragione nel dire che ci sono due settimane di ritardo nelle attività di demolizione, ma non vuol dire che ci siano dei ritardi sulla realizzazione del nuovo ponte che verrà inaugurato il 15 aprile 2020"

MeteoWeb

“Tedeschi ha ragione nel dire che ci sono due settimane di ritardo nelle attività di demolizione, ma non vuol dire che ci siano dei ritardi sulla realizzazione del nuovo ponte che verrà inaugurato il 15 aprile 2020”. Lo ha detto il sindaco di Genova, Marco Bucci, commentando – a margine di una conferenza stampa a Palazzo Tursi – le dichiarazioni del direttore della struttura commissariale, Roberto Tedeschi, rilasciate durante una commissione consiliare in Comune dedicata proprio ai lavori sul ponte.

Tedeschi aveva parlato di due settimane di ritardo, specificando che sono varie le concause, “dalle necessarie bonifiche, alle indagini della Procura; dalle misure di sicurezza nella demolizione a seguito del ritrovamento di amianto, alla rinuncia dell’uso dell’esplosivo per la pila 8”. Anche il meteo – ha poi spiegato il direttore della struttura commissariale – ha fatto la sua parte, “con le forti raffiche di vento registrate nelle ultime settimane”.