Diabete: ecco l’erba aromatica in grado di prevenire e contrastare la glicemia alta

Contrastare il diabete con l'alimentazione si può: ecco l'erba aromatica in grado di prevenire e contrastare la glicemia alta

MeteoWeb

Il diabete, la patologia numero uno dei golosi, si può prevenire attraverso una sana alimentazione e una buona dose di attività fisica. Negli ultimi decenni infatti si è verificato un boom di diagnosi di glicemia alta, la maggior parte delle quali di origine alimentare, complici un aumento del consumo di cibi industriali e di zuccheri che sollecitano il pancreas, innalzando il livello di glicemia e inibendo la produzione di insulina.

Un’erba aromatica molto nota, può fornire un valido aiuto per prevenire e combattere il diabete: si tratta dell’alloro. Conosciuto come Laurus Nobilis, pianta che nella tradizione romana simboleggiava la sapienza e la gloria, le sue foglie venivano intrecciate in una corona da porre sul capo dei vincitori. Molto utilizzata in cucina, conferisce agli alimenti un aroma sano e delicato, viene inoltre largamente usata in infusi e tisane.

Le foglie d’alloro infatti sono ricche di sostanze nutritive: esse contengono vitamina C e A, acido folico e minerali essenziali come selenio, rame, magnesio, zinco, ferro, potassio e calcio. Studi scientifici hanno inoltre dimostrato che l’alloro tiene a bada i livelli di glicemia nel sangue, in quanto regola l’insulina. L’ideale sarebbe quindi consumarlo quotidianamente, insaporendo le pietanze attraverso questa erba aromatica o preparando delle tisane e degli infusi.

Ecco la ricetta di una semplice, ma gustosa tisana anti-diabete: inserire 4/5 foglie di alloro in una pentola insieme ad acqua, portarla a ebollizione e attendere 3/4 minuti. Aggiungere il succo di mezzo limone, che conferisce vitamina C la quale rafforza la funzione anti-diabetica (l’assunzione di vitamina C dai 100 ai 660 mg al dì può aiutare a regolare i livelli di zucchero nel sangue in meno di un mese) e bere quando ancora tiepida. Si consiglia di non utilizzare dolcificanti, o al limite, dolcificare con stevia o 10 mg di miele.