Terremoti: esercitazione in Toscana, simulata calamita’ vasta

Scenario apocalittico di un terremoto, ma era solo un'esercitazione nei territori di Pistoia e Empoli (Firenze)

MeteoWeb

Scenario apocalittico di un terremoto, ma era solo un’esercitazione nei territori di Pistoia e Empoli (Firenze). L’allarme e’ scattato alle 7.30 con una telefonata da parte della protezione civile alla Centrale remota per le operazioni di soccorso sanitario (Cross) di Pistoia e Empoli, ubicata nella sede del 118 di Pistoia e che e’ stata attivata per la simulazione di un evento calamitoso di vaste proporzioni. Il finto terremoto aveva colpito un’area abitata molto estesa e ha provocato persino uno tsunami sul litorale del Lazio.

Diversi gli scenari operativi: dalla costruzione sulla nave ‘Etna’ di una sala operativa interforze, al soccorso aereo, alla tutela del patrimonio culturale, passando per il trasporto dei feriti. L’esercitazione e’ stata organizzata dallo Stato Maggiore della Difesa ed ha coinvolto la Marina Militare, l’Esercito, l’Aeronautica, i Carabinieri, il Centro Operativo Interforze, e il Nucleo Biologico Chimico e Radiologico coordinati dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla Cross di Pistoia.

“Abbiamo testato la nostra struttura che dimostra un’elevata attivita’ operativa supportata da una importante dotazione tecnologica – ha detto il dottor Piero Paolini, direttore della centrale operativa 118 Pistoia e Empoli e referente sanitario regionale delle grandi emergenze – si tratta quindi di un’occasione importante per tutti noi per verificare le nostre capacita’ operative e correggere eventuali criticita’ riscontrate”. La Cross ha garantito la ricerca dei posti letto nelle regioni, la disponibilita’ di elicotteri addetti al soccorso e in ultimo l’evacuazione dei pazienti dal luogo dell’evento e l’invio negli ospedali italiani. Complessivamente le regioni hanno messo a disposizione 2.224 posti letto di varie specialita’ e 31 elicotteri addetti al soccorso che sono stati utilizzati per l’evacuazione dei pazienti.