Clima, Maggio 2019 è stato molto freddo in Italia e in Europa ma caldissimo nel Mondo. Tutti i DATI

La temperatura media sull’Europa a Maggio 2019 è stata quasi identica alla media del 1981-2010 per il mese, mentre la temperatura media globale del mese è stata superiore di 0,5° C rispetto alla media di Maggio nel periodo 1981-2010, classificandosi tra le prime tre temperature più calde mai registrate per il mese. Dati e dettagli

MeteoWeb

Clima – Sul freddo di Maggio 2019 in Italia e in Europa c’è ben poco da ironizzare: si tratta di un’anomalia che non smentisce affatto la realtà dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale. I dati climatici sul mese, infatti, ci illustrano chiaramente la differenza tra la scienza meteorologica (quella che studia le condizioni del tempo in un dato luogo e in un preciso momento) e quella climatica, che invece si occupa dei trend meteorologici su larga scala e su un lasso di tempo più lungo. Ebbene, Maggio in Italia è stato un mese freddissimo ma per la Terra è stato un mese caldissimo, tra i più caldi di sempre! Lo certificano i dati del programma Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dal Centro Europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). Ogni mese C3S pubblica regolarmente bollettini climatici che riportano i cambiamenti osservati nella temperatura globale dell’aria a livello di superficie e in altre variabili climatiche.

Tutti i risultati si basano sulle analisi meteorologiche generate da modelli numerici di previsione meteorologica utilizzando miliardi di misurazioni provenienti da satelliti, navi, aerei e stazioni meteo dislocate in tutto il mondo. L’ultimo bollettino emesso riguarda le temperature dell’aria in superficie per il mese di maggio 2019. Ecco i dettagli.

La temperatura media sull’Europa a maggio è stata quasi identica alla media del 1981-2010 per il mese. Più caldo della norma su Portogallo e gran parte della Spagna e sulle parti orientali del continente, ma più freddo della norma sulla fascia centrale da nord a sud.

Al contrario, maggio 2018 era stato di gran lunga il maggio più caldo mai registrato sul continente, con una temperatura media di 2,5°C sopra la norma.

Al di fuori del continente europeo, le temperature sono state notevolmente sopra la media sull’Isola di Baffin, sull’Isola di Ellesmere e sulla maggior parte della Groenlandia, dove il cambiamento stagionale dall’aumento alla perdita dell’equilibrio di massa superficiale della calotta polare si è verificato molto prima del solito, dopo un caldo aprile.

Intorno all’Antartide, è stato molto più caldo della media sul Mare di Weddell, dove la copertura di ghiaccio marino è stata particolarmente bassa, e in misura minora sul Mare di Ross. Altre aree con temperature sostanzialmente superiori alla media includono l’Alaska e l’estremo Canada occidentale, gli USA sudorientali, le parti nordoccidentali e sudoccidentali dell’Africa e le parti orientali e l’estremo occidente dell’Asia.

Le temperature sono state notevolmente al di sotto della media in una fascia che si estende dagli USA sudoccidentali al Canada orientale e sull’Asia centrale e parti dell’Antartide. Altre aree terrestri sono state moderatamente più calde della media, ma alcune hanno vissuto condizioni un po’ più fredde della media.

La temperatura globale è stata sostanzialmente sopra la media a maggio 2019. Il mese è stato:

  • di 0,52°C più caldo della media di maggio del 1981-2010.
  • Leggermente più freddo (meno di 0,02°C) di maggio 2017, il secondo maggio più caldo in questo registro di dati.
  • Di circa 0,06°C più freddo di maggio 2016, il maggio più caldo mai registrato.

I cambiamenti climatici potrebbero essere una “minaccia esistenziale” entro il 2050: “alta probabilità della fine della civiltà umana”

Le temperature nel periodo di 12 mesi da giugno 2018 a maggio 2019 sono state:

  • temperatura giugno 2018 maggio 2019
    Credit: ECMWF, Copernicus Climate Change Service

    molto al di sopra della media del 1981-2010 su gran parte dell’Artico, con il picco vicino all’Alaska.

  • Sopra la media su quasi tutta Europa.
  • Sopra la media su altre aree di terra e mare, soprattutto sulla Siberia centro-settentrionale, la Cina nordorientale, il Medio Oriente, l’Australia, l’Africa meridionale e alcune parti dell’Antartide.
  • Sotto la media su diverse aree di terra e mare, inclusi gran parte del Canada, parti del Nord Atlantico e del Sud del Pacifico e altre zone dell’Antartide.

Globalmente, il periodo da giugno 2018 a maggio 2019 è stato di 0,50°C più caldo della media 1981-2010. Il periodo di 12 mesi più caldo è stato quello dall’ottobre 2015 al settembre 2016, con una temperatura di 0,66°C sopra la media (il 2016 è l’anno più caldo mai registrato con una temperatura globale di 0,63°C più alta di quella del 1981-2010). Il periodo di 12 mesi da giugno 2018 a maggio 2019 in Europa è stato di circa 1,2°C superiore alla media 1981-2010. Il periodo di 12 mesi più caldo, da aprile 2018 a marzo 2019, è stato di 1,5°C sopra la media sul continente.