Clima, Sachs: “A grandi passi siamo vicini a un punto di non ritorno”

Abbiamo superato la soglia di guardia. Il cambiamento ora sta accelerando e i segnali sono allarmanti

MeteoWeb

“Abbiamo superato la soglia di guardia. Il cambiamento ora sta accelerando e i segnali sono allarmanti. Non so se siamo ad un punto di non ritorno ma e’ certo che ci stiamo avvicinando a grandi passi”.

Cosi’ l’economista americano Jeffrey Sachs all’evento di chiusura del Festival dello sviluppo sostenibile dell’Asvis, oggi alla Camera, che ha parlato anche del presidente Usa Donald Trump definendolo “impreparato”.

L’Italia potrebbe avere, a giudizio di Sachs, un “ruolo centrale in un’Europa piu’ unita e forte. Abbiamo un disperato bisogno di un’Europa forte e di un Paese come il vostro se vogliamo prendere la giusta direzione. Dovreste pero’ smettere di protestare, e guidare invece Bruxelles verso un vero cambiamento. Costruendo le giuste infrastrutture a livello europeo, potreste divenire uno dei primi produttori di energia solare. Avete aziende brillanti nel campo energetico, ma sono poco sostenute e non collaborano abbastanza. Tutto cio’ accade mentre i costruttori di automobili annunciano uno dopo l’altro che smetteranno di produrre veicoli tradizionali”.