Le teorie del complotto sulla Missione spaziale Apollo 11: perché la bandiera ondulava nello spazio?

La bandiera americana piantata sulla luna è uno dei simboli dell'Apollo 11 ma avrebbe suscitato un incredibile scetticismo negli anni seguenti, portando alcuni teorici del complotto a pensare che l'intero allunaggio sia stato solo una farsa

La NASA ha fatto atterrare sulla luna i primi due uomini della storia nel 1969 dopo un decennio passato a rivaleggiare con l’Unione Sovietica nella corsa allo spazio. Gli USA si assicurarono la vittoria il 20 luglio 1969, quando gli astronauti Neil Armstrong ed Edwin “Buzz” Aldrin toccarono in sicurezza il suolo lunare. Per segnare l’enorme traguardo raggiunto, il Presidente Richard Nixon disse ai due astronauti di piantare una bandiera americana sulla luna in onore di ogni cittadino statunitense che aveva contribuito al programma Apollo. Tuttavia, quella bandiera avrebbe suscitato un incredibile scetticismo negli anni seguenti, portando i soliti teorici del complotto a mettere in discussione il fatto che la NASA fosse davvero andata sulla luna.

Una delle principali teorie del complotto che condannano il traguardo della NASA sostiene che la bandiera americana che si agita nel vuoto dello spazio è la prova che l’allunaggio è stato tutto una farsa. Quando il comandante Armstrong e il pilota del modulo lunare Aldrin piantarono la bandiera americana, il tessuto a stelle e strisce sembrò muoversi come se ci fosse del vento. Aldrin, fotografato mentre saluta la bandiera americana sulla luna, avrebbe successivamente dichiarato che è stato il “momento più orgoglioso” della sua vita.

Ma se non c’è atmosfera nella luna, come poteva la bandiera agitarsi in quel modo? Ecco, questo momento, catturato da una delle telecamere del Modulo Lunare Eagle, ha innescato 50 anni di teorie del complotto. Per alcuni, questa era la prova che l’allunaggio fu solo un film registrato in uno studio di Hollywood da Stanley Kubrick, per altri che fu filmato nel mezzo del nulla nei deserti del Nevada. Tutto questo perché probabilmente manca un fattore chiave in tutte queste teorie del complotto e cioè che la bandiera americana non si è davvero agitata sulla luna.

Secondo il Centro Spaziale Nazionale del Regno Unito a Leicester, gli apparenti movimenti della bandiera furono causati dagli astronauti stessi e non dal vento. Il Centro Spaziale ha spiegato: “La bandiera fu smossa mentre veniva piantata nel suolo e mantenne questa forma curva per la mancanza di una forte gravità sulla luna. Nel video della bandiera che veniva piantata sulla superficie della luna, sembra anche ondeggiare. Questo perché quando gli astronauti la stavano piantando, la ruotavano avanti e indietro per scavare meglio nel suolo lunare, il che naturalmente ha fatto ondulare la bandiera come un pendolo, senza vento. C’è un’enorme quantità di video delle bandiere che stanno sulla luna esattamente nella stessa posizione”.

sbarco sulla lunaConfrontando semplicemente le foto della luna scattate dopo aver piantato la bandiera, si vedono gli astronauti muoversi intorno e la bandiera che resta nella stessa esatta posizione. La stessa NASA ha risposto alle accuse, dicendo: “Non tutte le bandiere hanno bisogno del vento, almeno non nello spazio. Quando gli astronauti stavano piantando l’asta della bandiera, l’hanno ruotata avanti e indietro per penetrare meglio nel suolo lunare. Quindi naturalmente la bandiera ha ondulato. Distendere un pezzo di tessuto arrotolato con un debole momento angolare determinerà naturalmente onde e increspature”.

Ma cosa è successo alla bandiera, 50 anni dopo essere stata lasciata sul suolo lunare? Dopo la missione Apollo 11, la NASA piantò altre 5 bandiere sulla luna, alcune delle quali sono in piedi ancora oggi. Le foto dei satelliti lunari mostrano che la bandiera dell’Apollo 11 è probabilmente caduta ma quelle dell’Apollo 12, 16 e 17 sono ancora al loro posto. Tuttavia, gli effetti della potente radiazione cosmica sulla luna con molta probabilità le avrà sbiancate.

Armstrong commentò: “È un posto desolato e stranamente diverso, ma sembrava accogliente e ha dimostrato di essere accogliente”. Decollati il 16 luglio del 1969 da Cape Canaveral, in Florida, gli astronauti della missione Apollo 11, Armstrong, Aldrin e Collins, tornarono sulla Terra il 24 luglio, ammarando nel Pacifico. Armstrong e Aldrin trascorsero quasi 22 ore in totale sulla luna ma meno di 3 direttamente sulla superficie lunare. Per la grande impresa compiuta, l’equipaggio dell’Apollo 11 fu premiato con la Presidential Medal of Freedom dal Presidente americano Richard Nixon.