Crociere, nasce la Costa Toscana: alimentata a Lng, il carburante più pulito del mondo, per ridurre l’impatto ambientale

"Il taglio della prima lamiera di Costa Toscana è un importante passo nell'ambito del nostro piano di sviluppo sostenibile. Ancora una volta Costa Crociere traccia la rotta nel settore"

Il taglio della lamiera nel cantiere Meyer di Turku in Finlandia ha sancito l’inizio della costruzione di Costa Toscana, nuova unità di Costa Crociere (gruppo Carnival), seconda di due navi gemelle alimentate, in porto e in navigazione, a gas naturale liquefatto (Lng), il combustibile fossile più pulito al mondo. La prima, Costa Smeralda, è a fine allestimento sempre nel cantiere di Turku ed entrerà in servizio nell’ottobre 2019. Costa Toscana sarà, invece, consegnata nel 2021. Costa Smeralda e Costa Toscana rientrano nel piano di riduzione della carbonfootprint definito da Carnival Corporation. Le soluzioni adottate sinora hanno già permesso a Carnival di ridurre l’impatto del 27,6% nel 2018 e di superare il target del 25% previsto per il 2020.

Con una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate e oltre 2.600 camere ciascuna, Costa Smeralda e Costa Toscana fanno parte di un piano di espansione della flotta del Gruppo Costa (Costa Crociere e Aida) che prevede 7 nuove navi entro il 2023, per un investimento di oltre 6 miliardi, in cui rientrano AIDAnova e Costa Venezia rispettivamente consegnate a dicembre 2018 e a fine febbraio 2019.

costa smeraldaCosta Smeralda proporrà 11 ristoranti, uno pensato per le famiglie, 19 bar, una area spa con 16 sale, un parco acquatico, 4 piscine, un’area per bambini e il Costa Design Museum, dedicato all’eccellenza del design italiano. Il debutto di Costa Smeralda è previsto il 20 ottobre 2019, con una crociera di vernissage di 15 giorni da Amburgo a Savona. Il battesimo di Costa Smeralda verrà celebrato a Savona il 3 novembre 2019.

Il taglio della prima lamiera di Costa Toscana è un importante passo nell’ambito del nostro piano di sviluppo sostenibile. La propulsione a Lng è un vero e proprio punto di svolta, in quanto garantisce una riduzione significativa dell’impatto ambientale senza compromettere gli aspetti di sicurezza per noi imprescindibili e prioritari. Ancora una volta Costa Crociere traccia la rotta nel settore: l’aver creduto per primi in questa tecnologia rafforza ulteriormente la nostra visione d’insieme; molto rimane ancora da fare sul piano delle infrastrutture per facilitarne ulteriormente l’utilizzo“, ha detto Neil Palomba, dg di Costa Crociere.