Ondata di maltempo in Svizzera, 7 feriti: temporali, raffiche fino a 135 km/h e brusco calo delle temperature

Il maltempo ha colpito la Svizzera, provocando almeno 7 feriti e un brusco calo delle temperature

Un’ondata di maltempo ha colpito la Svizzera, provocando almeno 7 feriti e un brusco calo delle temperature.
La polizia di Lucerna ha reso noto di aver ricevuto un centinaio di richieste di intervento: alcuni alberi sono stati sradicati nel bosco di Bireggwald, alle porte della città, e hanno ferito 4 persone. A Kriens (LU) la cabinovia per il Pilatus è stata chiusa a causa della caduta di un albero. Le persone che si trovavano nelle cabine sono state tutte tratte in salvo. In serata la tratta ferroviaria tra Lucerna e Meggen (LU) sulla linea per Arth-Goldau (SZ) è rimasta interrotta per i danni dovuti al maltempo.
Le avverse condizioni meteo hanno colpito anche il canton Nidvaldo, dove la polizia ha ricevuto una trentina di chiamate.
Nel canton Zugo una casa è stata colpita da un fulmine a Unterägeri.
Nel canton Berna, un treno della compagnia BLS è deragliato a Grubenwald, nella Simmental, a causa di sassi finiti sulle rotaie.
In Romandia un bambino di due anni è rimasto gravemente ferito a Le Brassus (VD) quando il castello gonfiabile sul quale stava giocando è stato trascinato via da una forte raffica di vento. Il piccolo è ferito agli arti inferiori e al bacino ma non è in pericolo di vita: è stato trasportato all’Ospedale universitario di Losanna in ambulanza.

MeteoSvizzera ha registrato a Lucerna raffiche fino a 135 km/h: si tratta del terzo valore più elevato dall’introduzione delle misurazioni uniformi nel 1981. Il dato è stato superato solo dalla tempesta Lothar del 26 dicembre 1999 (con punte superiori a 140 km/h) e da quella del 26 gennaio 1995 (con punte di quasi 140 km/h). Anche il calo della temperatura è stato importante, ha spiegato a Keystone-ATS il meteorologo Ludwig Zgraggen di MeteoSvizzera: in soli 20 minuti, la colonnina del mercurio è sceso di 8°C, da +24°C a +16°C.