Ripartito il traghetto fermo in mare da ore, “un’odissea”

Traghetto fermo per ore in mezzo al mare: diversi passeggeri a bordo hanno definito il viaggio "un'odissea", denunciando di "avere paura"

E’ rimasto fermo per ore, dalla notte, in mezzo al mare, il traghettoEgnazia“, della compagnia Grimaldi, con 250 persone a bordo: l’imbarcazione è partita da Salerno intorno all’una di notte, in ritardo di circa 3 ore, e doveva raggiungere Catania.
In seguito, durante la navigazione ci sono stati dei problemi.
Diversi passeggeri a bordo hanno definito il viaggio “un’odissea”, denunciando di “avere paura“.

Poco fa, “i motori sono ripartiti e la nave è in movimento: ci hanno detto che arriveremo a Catania alle 18“: lo ha riferito un passeggero, secondo cui l’avaria meccanica è stata risolta mentre era al largo delle coste Tirreniche della Calabria.

La Guardia Costiera ha reso noto che “la nave ha ripreso la navigazione e sta dirigendo verso il porto di Catania. In zona è presente nave Dattilo della Guardia Costiera che navigherà sulla stessa rotta, pronta a prestare assistenza in caso di ulteriori necessità. Allertate nell’immediatezza anche unità della Guardia Costiera di Salerno nonché  navi passeggeri e mercantili in transito nell’area.

L’evento è stato seguito dalla centrale operativa di Roma e dalla sale operative della Guardia Costiera di Salerno e Napoli, che ha coordinato le operazioni. Il trasferimento sarà monitorato anche dalla Guardia Costiera di Reggio Calabria e Catania. Le condizioni meteo marine nell’area interessata sono buone.

Verranno effettuati i previsti accertamenti di carattere tecnico dalla Guardia Costiera per risalire alle cause che hanno determinato l’avaria dell’unità.”