Stromboli, ieri l’eruzione tra le più violente degli ultimi 35 anni: le immagini dall’alto [VIDEO]

Stromboli ieri pomeriggio ha vissuto una delle eruzioni più violente degli ultimi 35 anni, che ha causato una vittima e un ferito

MeteoWeb

Stromboli, isola dell’arcipelago delle Eolie, ieri pomeriggio ha vissuto una delle eruzioni più violente degli ultimi 35 anni, che ha causato una vittima e un ferito.
Già ieri sera i parametri registrati dall’INGV sono rientrati, ma sull’isola sono ancora in azione i Vigili del fuoco e i canadair impegnati a domare gli ultimi focolai provocati dai lapilli emessi dal cratere del vulcano.
Piccole scosse di terremoto sono state registrate a seguito dell’eruzione ma non si sono registrati danni a persone o cose. L’isola è ricoperta da detriti, pomice nera e polvere lavica.
La zona più colpita è Ginostra, compresa Punta dei Corvi, dove era stato trovato nel pomeriggio il cadavere del 35enne di Milazzo Massimo Imbesi, probabilmente rimasto intrappolato dalle fiamme e stordito dal fumo.

A Ginostra e in gran parte dell’isola è stata riallacciata la fornitura elettrica. I tecnici dell’Enel hanno lavorato anche di notte riuscendo a fare ‘ripartire’ la centrale“, ha spiegato il sindaco, secondo cui “non c’è stata alcuna evacuazione“, perché “non c’era assolutamente la necessità“.
Un centinaio di persone hanno lasciato l’isola volontariamente per paura, ma “qualcuno di loro sta ritornando per continuare a trascorre le vacanze alle Eolie“, anche grazie alla ripresa dei collegamenti navali, che sono stati anzi potenziati. Gran parte di Ginostra “è ricoperta da una spessa coltre di pomice, sembra uno scenario post bellico“, ma, precisa il sindaco, “tutto sta tornando alla normalità, bisognerà lavorare“, anche se “non state smaltite del tutto paura e preoccupazione“.

Tre aliscafi straordinari sono stati attivati dalla compagnia Liberty Lines per trasportare un gruppo di turisti in fuga da Stromboli dopo l’esplosione di ieri pomeriggio. I turisti sono stati portati a Lipari e a Milazzo. Tra loro anche alcuni isolani con bambini piccoli. C’è anche una famiglia fuggita senza bagagli e senza documenti tra le persone che hanno lasciato in fretta e furia l’isola: la famiglia, toscana, genitori con un bambino, è arrivata a Milazzo senza documenti e soldi. Alla fine è stata la compagnia Liberty Lines a ospitare la famiglia in un albergo.

Di seguito le immagini realizzate dall’elicottero AW-139 della Guardia Costiera durante l’attività di sorvolo dell’isola di Stromboli effettuata nella serata di ieri: