India: oltre nove milioni di tonnellate di plastica prodotti ogni anno

Secondo un recente studio condotto dalll'Un-Plastic Collective (Upc), collettivo per la riduzione della plastica nato nell'ambito delle Nazioni Unite, l'India produce ogni anno nove milioni e 460 mila tonnellate di rifiuti di plastica

MeteoWeb

Secondo un recente studio condotto dalll’Un-Plastic Collective (Upc), collettivo per la riduzione della plastica nato nell’ambito delle Nazioni Unite, l’India produce ogni anno nove milioni e 460 mila tonnellate di rifiuti di plastica, il 40 per cento dei quali non viene raccolto e riciclato, mentre il 43 per cento viene impiegato per l’impacchettamento di materiali monouso.

L’Upc e’ un movimento volontario di soggetti interessati alla tematica dell’eliminazione della plastica e dell’inquinamento che ne deriva, in favore di un’economia piu’ circolare. E’ stato lanciato ieri in India dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep), dalla Confederazione delle industrie indiane (Cii) e dal Wwf India nell’ambito dell’incontro sulla sostenibilita’ organizzato dall’organizzazione dell’industria a Nuova Delhi il 28 e 29 agosto. “In tutto il mondo, dal 1950 sono stati prodotti oltre otto miliardi e tre milioni di tonnellate di plastica, di cui il 60 per cento circa e’ finito in discariche o nell’ambiente naturale”, prosegue lo studio.

“L’Upc avvicinera’ le imprese, i governi, le organizzazioni non governative e la societa’ civile per concentrarsi sugli sforzi e gli approcci collaborativi, oltre a massimizzare le energie per eliminare la plastica secondo tempistiche ben definite” ha dichiarato Jamshyed Godrej, ex presidente della Cii. L’India e’ attualmente tra i paesi nel mondo che si sono posti gli obiettivi piu’ ambiziosi: si lavora infatti per eliminare completamente la plastica monouso entro il 2022. Anche il primo ministro indiano Narendra Modi, nel recente discorso pronunciato nel giorno dell’indipendenza (15 agosto), si e’ espresso sull’argomento, sottolineando la necessita’ di un nuovo “movimento di massa”.