Addio alle piante in pianura e in collina: “Si stanno rifugiando in montagna” al via la “migrazione” dei vegetali

Niente più piante in pianura e in collina nel prossimo futuro. Stando a degli studi recenti, infatti, tenderanno a rifugiarsi in montagna

MeteoWeb

Stando ad una recente ricerca cinese, alcune piante si “rifugeranno” dal surriscaldamento globale in un nuovo ambiente, cercando la sopravvivenza che il climate change gli sta impedendo sempre di più. Le piante stanno andando verso le montagne per sopravvivere e, infatti, le zone ad alta quota verranno messe in particolare rilievo, ricoperte di foreste pluviali tropicali. Pare che le cime montuose possano “proteggere” dal climate change le specie vegetali che si sono evolute anche reggendo temperature particolarmente rigide. Quest’ipotesi proviene da dei ricercatori cinesi in un recente studio pubblicato sulla rivista Alpine Botany.

piante radici

Gli scienziati del Giardino Botanico Tropicale Xishuangbanna dell’Accademia cinese delle Scienze hanno analizzato a fondo le querce di alta montagna, in grado di sopravvivere al freddo, sulle cime montuose della foresta pluviale tropicale della catena dei monti Hengduan, all‘estremità sud-orientale dell’Himalaya.Gli esperti hanno infine compreso che le specie vegetali con la propensione per adattarsi al clima alpino “migreranno” sempre di più ad alta quota o a latitudini elevate, in zone che per loro corrisponderanno una zona cuscinetto contro il clima avverso. Il gruppo di studiosi ha anche assicurato che sono in corso ulteriori studi sui rifugi climatici per orientare gli sforzi di tutela della biodiversità, considerando tutti i danni provocati dal riscaldamento globale.