Botulino nel tonno in scatola, è allarme in tutta Europa: l’azienda produttrice fa chiarezza su LOTTO e possibili contaminazioni

E' allarme botulino nel tonno in scatola in seguito alle intossicazioni verificatesi qualche giorno fa: l'azienda produttrice fa chiarezza su LOTTO e possibili contaminazioni

MeteoWeb

E’ allerta botulino nel tonno in scatola in seguito ai casi contaminazione da tossina botulinica verificatesi qualche giorno fa che hanno causato 4 intossicazioni e portato al ritiro di 3.420 lattine di tonno in scatola in olio di semi di girasole di 900 grammi, del marchio DIA, appartenente al lotto 19/154 023 02587 con data di consumo consigliato del 31/12/2022. 

In seguito alla pubblicazione di un’allerta sanitaria da parte dell’Agenzia per la Sicurezza Alimentare e la Nutrizione Spagnola (AESAN), l’azienda Frinsa del Noroeste comunica che “in seguito ai controlli effettuati il problema è limitato ad una sola lattina, aperta e maneggiata previamente alle analisi stesse. Gli ulteriori controlli sui restanti campioni del medesimo lotto hanno dato risultato negativo, così come confermato dall’unità locale sanitaria della Giunta della Galizia.” 

L’azienda, che “augura un pronto recupero alle quattro persone colpite dall’intossicazione”, specifica che tra “l’azienda e le autorità sanitarie c’è stata collaborazione assoluta fin dal principio”.

Inoltre la Frinsa del Noroeste tiene a precisare che applica nei propri stabilimenti rigidi controlli di qualità e sicurezza alimentare, ottemperando alle normative vigenti in tema di sicurezza alimentare richiesti dalle Autorità Sanitarie, e garantendo la salubrità dei propri prodotti ben oltre quanto richiesto dalle norme alimentari. Infine – concludono – l’idoneità dei processi di lavorazione impiegati dall’azienda sono stati certificati dall’Amministrazione Pubblica.”