Clima: in Germania presentato il piano d’azione per contrastare il cambiamento climatico

L'Unione cristiano-democratica (Cdu) ha pubblicato ieri, 16 settembre, il proprio piano d'azione per il cambiamento climatico

MeteoWeb

In vista della riunione che il governo tedesco terra’ il 20 settembre prossimo per approvare le nuove misure sulla protezione del clima, l’Unione cristiano-democratica (Cdu) ha pubblicato ieri, 16 settembre, il proprio piano d’azione per il cambiamento climatico. Come riferito al quotidiano tedesco “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, il documento contiene “le posizioni complete della Cdu in materia di clima e risolve le contraddizioni finora esistenti” nel partito sul tema.

Come nota la “Frankfurter Allgemeiene Zeitung”, a portare la Cdu ad acclerare l’elaborazione di un proprio piano unitario per il clima sono stati l’ascesa dei Verdi, la pressione dei movimenti ecologisti e la svolta ambientalista dell’Unione cristiano-sociale (Csu), con il Partito socialdemocratico tedesco (SpD) alleata nella Grande coalizione al governo in Germania dal 14 marzo 2018. Per quanto riguarda i contenuti del piano d’azione della Cdu per il cambiamento climatico, al centro vi e’ la proposta di limitare l’emissione di gas serra “mediante un sistema di certificati”. Invece di aumentare le tasse sul gas, il petrolio e la benzina, come propone la SpD, per ridurre il consumo di energia aumentandone il prezzo, la Cdu punta sull’emissione di certificati CO2 per abbattere le emissioni inquinanti.

“I certificati non riguarderanno i proprietari di abitazioni, gli autisti o gli operatori delle stazioni di servizio, ma i produttori di combustibili fossili, come le compagnie petrolifere”. Mediante i certificati, tali aziende dovrebbero, “per cosi’ dire, acquistare dallo Stato il diritto a vendere una determinata quantita’ di combustibili fossili, e quindi di emissioni di CO2”. Mediante la quantita’ dei certificati emessi, lo Stato “potrebbe quindi tassare le emissioni inquinanti”.