Festival della Scienza: da Leonardo all’Intelligenza artificiale

Saranno lo scienziato Lorenzo Rosasco, il geologo Mario Tozzi e il cantante Lorenzo Baglioni a inaugurare, giovedì prossimo, la 17° edizione del Festival della Scienza

MeteoWeb

Saranno lo scienziato Lorenzo Rosasco, il geologo Mario Tozzi e il cantante Lorenzo Baglioni a inaugurare, giovedì prossimo, la 17/a edizione del Festival della Scienza di Genova che quest’anno spazia da Leonardo all’intelligenza artificiale ed e’ dedicata agli ‘elementi’. Sono 280 gli appuntamenti: 144 conferenze, 85 laboratori dedicati ai più giovani, 25 mostre, 10 spettacoli e 16 eventi speciali.

Gli ospiti saranno 315, oltre 460 gli animatori e 93 gli studenti coinvolti nel progetto di alternanza scuola lavoro. Non solo, le classi studentesche prenotate per partecipare ai vari incontri sono 1000 e porteranno oltre 25 mila ragazzi, oltre 1000 gli studenti gia’ iscritti ai laboratori delle Stem (discipline scientifiche, ingegneristiche e matematiche).

Paese ospite i Paesi Bassi. Filo conduttore è la parola Elementi. Il Festival tratterà anche di Luna guardando a Marte, senza dimenticare di celebrare i 150 anni della tavola periodica degli elementi. Un festival nel segno delle contaminazioni, dove la scienza si mischia alla letteratura, all’arte, alla linguistica e alle intelligenze artificiali. La rassegna celebrera’ anche i 500 anni della morte di Leonardo, oltre ai 50 anni dello sbarco sulla Luna, ma si parlera’ anche di cibo, clima, genetica, ambiente.

Un programma ricco con personalita’ scientifiche da tutto il mondo – spiega Marco Pallavicini, presidente del Festival – e si iniziera’ con un giovane professore, Lorenzo Rosasco, che parlera’ di intelligenza artificiale. La divulgazione scientifica deve essere accessibile a tutti, ma sempre con rigore”. L’assessore regionale all’Istruzione Ilaria Cavo sottolinea come “questa edizione del Festival anticipa il Salone Orientamenti dedicato agli studenti per scegliere studi e lavoro. Non a caso abbiamo attivato i laboratori delle cosiddette discipline Stem e abbiamo gia’ mille iscritti”.