Airbus presenta una tecnologia innovativa per il satellite Quantum di Eutelsat

L'antenna attiva è la prima per le telecomunicazioni commerciali europee: il satellite può essere riconfigurato in orbita, offrendo all'operatore la massima flessibilità

MeteoWeb

Airbus, ESA ed Eutelsat hanno presentato oggi presso il sito Airbus di Madrid il nuovo carico utile che consiste in un’innovativa antenna multibeam. ELSA+ (ELectronically Steerable Antenna+) di Airbus costituisce una prima nel campo delle comunicazioni satellitari commerciali in Europa. La versatilità delle sue prestazioni, che consentono per la prima volta di adattare il satellite alle esigenze commerciali dei clienti grazie al controllo del software, è infatti un cambiamento radicale per le comunicazioni via satellite.

L’antenna di ricezione orientabile elettronicamente funziona in banda Ku con otto raggi indipendenti riconfigurabili. Questa modularità intrinseca consente all’operatore di riconfigurare i raggi di radiofrequenza sull’area di copertura e offre una flessibilità senza precedenti per adattare i servizi multimediali e di trasmissione.

Un’altra novità è la capacità dell’antenna di mitigare eventuali interferenze, intenzionali o meno, grazie alla sua capacità di geolocalizzare qualsiasi interferenza e di annullarla.

Questa nuova antenna completa perfettamente i carichi utili interamente digitali di nuova generazione che consentono all’operatore di modificare la posizione orbitale, le frequenze e la potenza del satellite.

Airbus Defence and Space in Spagna è il principale appaltatore di questo strumento avanzato sviluppato nell’arco di quattro anni. Per costruire questo sistema avanzato, Airbus ha guidato un consorzio industriale composto da 12 aziende europee, di cui otto spagnole.

L’innovazione nella progettazione e produzione di antenne attive è uno dei punti di forza di Airbus in Spagna. ELSA+ si basa su sviluppi precedenti, come ad esempio: il DRA/ELSA per l’Hispasat 36W1, l’IRMA (In-orbit Reconfigurable Multibeam Antenna) a bordo dello SpainSAT per le comunicazioni militari sicure, nonché l’antenna attiva Gaia, che trasmette grandi volumi di dati in quanto il satellite mappa miliardi di stelle. Tutti questi sistemi stanno funzionando in orbita in modo soddisfacente.

“Con ELSA+ ci stiamo addentrando in un concetto totalmente nuovo nelle telecomunicazioni satellitari, e non si tratta che di un punto di partenza, un riferimento per le missioni future”, ha dichiarato Fernando Varela, Head di Airbus Space Systems in Spagna. “Airbus evolve continuamente questa tecnologia e sta già sviluppando la futura generazione di antenne per il programma SPAINSAT-NG.”

Questo nuovo sviluppo del satellite QUANTUM di EUTELSAT posiziona Airbus in Spagna come leader europeo nelle antenne attive. Il progetto è stato reso possibile grazie al supporto del CDTI (Centro para el Desarrollo Tecnológico Industrial) ed ESA. Quantum è realizzato nell’ambito del Programma in Partnership ARTES tra i costruttori Airbus e Surrey Satellite Technology Ltd, l’operatore Eutelsat, e l’ESA. I Progetti di Partnership dell’ESA mirano a ottenere impatti economici e importanti salti competitivi riunendo le diverse aziende del settore attorno a programmi su larga scala.

Dotato di livelli di personalizzazione e flessibilità senza precedenti, il satellite QUANTUM di EUTELSAT fornirà ai satelliti commerciali delle possibilità senza precedenti in termini di riconfigurazione in orbita, copertura, frequenza e potenza, consentendo di modificare radicalmente la missione, compresa la posizione orbitale.

Progettato per una durata di 15 anni, presenta una massa al lancio di 3,5 tonnellate. Il lancio del satellite QUANTUM di EUTELSAT è previsto per la seconda metà del 2020.