Un forte Terremoto atteso tra Italia, Balcani e Turchia nelle prossime ore/giorni: “Dopo Albania e Creta avremo certamente altri eventi importanti, c’è anche rischio Tsunami”

"Quello che stiamo vedendo ora è una sequenza molto forte, molto potente di terremoti. Dopo 40 anni di sismicità relativamente calma, i forti terremoti sembrano essere tornati”

MeteoWeb

L’Europa sud/orientale, tra Italia, Balcani e Turchia, deve prepararsi ad altri forti terremoti come quello che ieri ha ucciso almeno 24 persone in Albania, ferendone molte centinaia di altre, secondo un affermato esperto ellenico. Il Prof. Ethymios Lekkas, infatti, ha previsto che altri terremoti di forte intensità probabilmente colpiranno l’area prossimamente. “Avremo certamente una replica nell’ordine di 5.9 gradi Richter nelle prossime ore o giorni”, ha detto l’esperto greco, prima di aggiungere che “potrebbe succedere qualsiasi cosa”. Il sismologo, capo dell’agenzia per la protezione antisismica in Grecia, ha affermato che i danni sarebbero “estesi”, poiché molti edifici nell’area sono già “in cattive condizioni”.

terremoto oggi albania puglia campania basilicataIl sisma di magnitudo 6.2 di ieri è stato l’11° terremoto a colpire l’Albania negli ultimi 30 giorni. A poche ore di distanza, un altro sisma di magnitudo 5.2 ha scosso la Bosnia nelle mattina di ieri, con epicentro circa 80km a sud della capitale Sarajevo.  Ma questo evento è stato considerato troppo lontano per essere una replica del terremoto in Albania, ma potrebbe essere stato provocato da esso, sostengono gli esperti.  Nuove scosse registrate stamattina in Bosnia, mentre un sisma di magnitudo 6.0 ha colpito Creta.

Jadranka Mihaljevic, direttrice di sismologia all’Institute for Hydrometeorology in Montenegro, ha dichiarato che i Paesi dei Balcani e dell’Europa meridionale hanno una lunga storia di scosse mortali. “Quello che stiamo vedendo ora è una sequenza molto forte, molto potente di terremoti, ha spiegato.

AFP/LaPresse

Nel 1999, un terremoto di magnitudo 7.6 ha ucciso 17.000 persone in Turchia. Nel 2016, il terremoto di magnitudo 6.5 in Centro Italia è stato responsabile della morte di oltre 241 persone. Una serie di scosse mortali hanno colpito i Balcani negli anni ’70: oltre 1.500 vittime in Romania nel 1977, decine di vittime in Grecia nel 1978 e centinaia di morti in quella che era l’allora Jugoslavia. “La serie mortale del 1977-1979 è stata seguita da un periodo calmo in qui si è accumulata nuova energia sismica. Ma dopo 40 anni di sismicità relativamente calma, i forti terremoti sembrano essere tornati”, ha affermato Mihaljevic.

allarme tsunamiE insieme al timore di nuove forti scosse, c’è anche quello per il rischio tsunami. Il terremoto del 26 novembre 2019 in Albania si è verificato in prossimità della città di Durazzo, “in un’area notoriamente sismica”, spiega l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, in un approfondimento pubblicato sul blog INGVterremoti. “Nel periodo storico questa zona è stata interessata da decine di terremoti, anche con Mw superiore a 5.5-6.0 (SHEEC, https://www.emidius.eu/SHEEC/, Stucchi et al., 2013). Ad esempio, il 15 aprile 1979 un evento di magnitudo 6.9 è avvenuto circa 70 km a nord- nordest di quello odierno causando gravissimi danni e numerosi morti. Diversi eventi storici nell’area hanno inoltre generato onde di maremoto“.

Terremoto Albania, INGV: in atto “uno scontro tra blocchi litosferici, in passato ha generato maremoti”