Matera 2019: venerdì 29 Novembre la cultura del Natale a tavola

Con il Black Friday che sancisce l’inizio delle shopping delle feste, Matera 2019 organizza nel centro storico il primo appuntamento nazionale dedicato al Natale a tavola

MeteoWeb

Con il Black Friday che sancisce l’inizio delle shopping delle feste, Matera 2019 organizza nel centro storico il primo appuntamento nazionale dedicato al Natale a tavola, la tradizione più radicata nella cultura degli italiani.

L’ evento che fa partire il countdown del mese di chiusura da Capitale Europea della Cultura è promosso dalla Coldiretti che organizza il villaggio contadino di Natale nella città dei sassi.

Dalle ore 9,00 di Venerdì 29 novembre per tutto il week end sarà possibile scoprire i più rari souvenir di Natale tipici della Penisola per se stessi o da regalare agli altri con la preparazione fai fa te dei tradizionali cesti da mettere sotto l’albero nel più grande mercato a chilometri zero degli agricoltori di Campagna Amica provenienti da tutta Italia. Spazio al gusto con la possibilità di conoscere i piatti regionali storici delle feste, imparare a cucinare le ricette originali trasmesse da generazioni e a riconoscere quelle fake con le lezioni degli agrichef, i cuochi contadini.

Focus anche sul presepe di Natale con gli animali della fattoria tra i sassi di Matera per salvare le stalle ed i pascoli a rischio di scomparsa come dimostra lo studio della Coldiretti presentato per l’occasione “Sos animali nel presepe degli italiani” ma anche l’approfondimento Coldiretti/Ixe’ sul “Natale 2019, il fai da te a tavola” con la prima esposizione dei dolci tipici provenienti da tutte le regioni preparati dal vivo dagli agrichef.

#STOCOICONTADINI è anche l’unico posto al mondo dove per l’intero week end tutti potranno vivere per una volta l’ esperienza da gourmet con il miglior cibo italiano al 100% a soli 5 euro per tutti i menu preparati dai cuochi contadini che hanno conservato i sapori antichi del passato, dalla pasta con fagioli di Sarconi Igp e peperone crusco agli strascinati con ragù di carne podolica fino al risotto con Aglianico del Vulture Doc, ma anche pizza con provolone podolico e rucola, la carne alla brace 100% italiana e i dolci come le cartellate fritte o le caldarroste.

Il sapere antico e la grande bellezza della campagna “invadono” la Capitale Europea della Cultura per riaffermare il valore del cibo, facendo vivere un giorno da contadino tra le aziende agricole ed i loro prodotti salvati dall’estinzione, a tavola con gli agrichef, nei laboratori degli agriturismi per fare la pasta in casa o intrecciare aglio e cipolle, nell’orto a coltivare assieme ai tutor e negli agriasili dove i bambini possono imparare a impastare il pane o a fare l’orto.

Ma si potrà andare a scuola di olio extravergine italiano nell’Oil&wine bar del Villaggio, dove si potranno degustare cocktail all’extravergine, vini e birra agricola.

Focus sull’agricoltura giovane e green al Villaggio delle idee con gli imprenditori agricoli under 30 che si confronteranno su progetti di sviluppo innovativi per la  crescita dei territori e del Paese.

Nei tre giorni della manifestazione con il Presidente nazionale Coldiretti Ettore Prandini si alterneranno esponenti istituzionali, rappresentanti della società civile, studiosi, sportivi e artisti che discuteranno su esclusivi studi e ricerche elaborate per l’occasione dalla Coldiretti sui temi dell’alimentazione, del turismo dell’ambiente, della scuola e della salute, ma non mancheranno spettacoli di animazione e concerti.