Enorme asteroide sfiorerà la Terra poche ore dopo Natale: la NASA segue una roccia spaziale di 620 metri, “approccio alle 8:54 del 26 Dicembre”

Secondo la NASA, l’asteroide, chiamato CH59, si sta dirigendo verso la Terra ad una velocità di circa 44.000km/h: approccio ravvicinato il 26 Dicembre

MeteoWeb

Un asteroide ampio oltre 620 metri arriverà astronomicamente vicino alla Terra appena un giorno dopo Natale: lo svela la NASA. L’enorme asteroide compirà un passaggio ravvicinato al nostro pianeta nel giorno di Santo Stefano. Secondo la NASA, l’asteroide, chiamato CH59, si sta dirigendo verso la Terra ad una velocità di circa 44.000km/h.

Un oggetto delle sue dimensioni potrebbe annientare un intero continente, se colpisse il pianeta in maniera inattesa. La forza dell’impatto ucciderebbe milioni di persone e creerebbe un caos e una distruzione senza precedenti. Sulla base di una relazione della Casa Bianca del 2018 sulla minaccia di asteroide, qualsiasi roccia spaziale che sia ampia tra 400m e 1600m è una minaccia “continentale”. A causa di questo pericolo potenziale e dell’approccio ravvicinato al nostro pianeta, la NASA lo ha caratterizzato sia come “asteroide potenzialmente pericoloso” che come “oggetto near-Earth” (NEO).

Il 26 dicembre, l’asteroide si avvicinerà alla Terra intorno alle 08:54 (ora italiana). Ma anche durante il suo approccio ravvicinato, la NASA non prevede alcun rischio di impatto con la Terra. “Mentre orbitano il sole, i NEO possono occasionalmente avvicinarsi alla Terra. Da notare che un passaggio “ravvicinato” in termini astronomici può essere molto distante in termini umani: milioni o persino decine di milioni di chilometri”, ha spiegato la NASA. Nel suo punto più ravvicinato, l’asteroide CH59 si avvicinerà al pianeta alla distanza di circa 0,04874 unità astronomiche. Un’unità astronomica è la distanza del nostro pianeta dal sole (circa 150 milioni di chilometri). Questo significa che l’asteroide CH59 ridurrà questa distanza a 7,29 milioni di chilometri dalla Terra.

asteroide terraSecondo la relazione della Casa Bianca, gli oggetti vicini o più grandi di un chilometro possono causare danni a scala globale. Circa 66 milioni di anni fa, un asteroide di circa 10km ha eliminato i dinosauri e ? della vita sulla Terra. L’asteroide CH59 non è grande abbastanza da provocare conseguenze simili.

Dopo il passaggio ravvicinato alla Terra, la NASA prevede che CH59 passi incredibilmente vicino a Venere il 10 settembre del 2020. Poi la roccia spaziale farà nuovamente visita alla Terra a marzo 2021, dicembre 2023 e marzo 2024.

Gli eventi astronomici più importanti di Dicembre: dalla “Cometa di Natale” all’eclissi solare nel giorno di Santo Stefano [INFO]