Terremoto Mugello: arrivati i primi dati dei satelliti

Sono arrivati i primi dati dal satellite Sentinel 1, che fa parte del programma Copernicus gestito da Esa e Commissione Europea sul terremoto nel Mugello

MeteoWeb

Non indicano movimenti significativi del suolo i primi dati dei satelliti relativi al Terremoto nel Mugello di magnitudo 4,5 avvenuto alle 4,37 di oggi. I dati sono arrivati dal satellite europeo Sentinel 1, che fa parte del programma Copernicus gestito da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea.

“Sulla base di questi dati abbiamo calcolato la massa di spostamento, ma non misuriamo movimenti significativi superficiali”, ha detto il direttore dell’Osservatorio Nazionale Terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Salvatore Stramondo. L’analisi è avvenuta con la tecnica interferometrica, che consiste nel confrontare le immagini acquisite dai satelliti prima e dopo un Terremoto grazie ai Radar ad apertura sintetica (Sar).

“Quando vengono elaborati, la differenza – ha aggiunto – ci dà la misura degli spostamenti avvenuti in superficie. Al momento non abbiamo rilevato movimenti. Ulteriori analisi sono in corso”.