Terremoto Mugello, il sindaco di Barberino: “Circa 300 fuori casa”

A Barberino del Mugello (Firenze) retsano tra 250 e 300 le persone ancora fuori casa a causa del sisma che la notte tra domenica e lunedi' scorso ha colpito il Mugello

MeteoWeb

A Barberino del Mugello (Firenze) retsano tra 250 e 300 le persone ancora fuori casa a causa del sisma che la notte tra domenica e lunedi’ scorso ha colpito il Mugello.

“Le ordinanze di evacuazione – ha spiegato il sindaco di Barberino del Mugello Giampiero Mongatti – sono quelle del primo giorno. Il nostro obiettivo e’ la riduzione della zona rossa ma per fare questo c’e’ bisogno delle verifiche dei vigili del fuoco che stanno lavorando. Nel giro di pochi giorni, mi hanno assicurato, gia’ qualcuno potrebbe rientrare nelle proprie abitazioni. E’ un’operazione che richiede tempo perche’ i vigili devono garantire l’incolumita’ delle persone”. Le scuole a Barberino resteranno chiuse fino a venerdi’ 13 compreso. “L’obiettivo – ha ripreso il primo cittadino – e’ quello di riaprirle lunedi'” prossimo. Intanto le previsioni meteo delle prossime ore annunciano un calo delle temperature minime e la possibilita’ di ghiaccio e neve.

“Le persone ospitate a Barberino, sia nella palestra che nella scuola elementare di Galliano, sono 190 – ha concluso Mongatti -. Si tratta in entrambi i casi di ambienti riscaldati”. Da oggi, intanto, considerata la temporanea inagibilita’ del Palazzo Comunale, sono stati ripristinati e aperti al pubblico presso il Palazzo Pretorio in Piazza Cavour con i consueti orari, gli uffici: servizi demografici (anagrafe), patrimonio; protocollo, scuola, sviluppo economico e tributi.