Australia: arriva la pioggia, sollievo per gli incendi

Arriva finalmente la pioggia nell'Australia orientale, portando un sollievo per il dramma degli incendi, anche se l'emergenza non può dirsi ancora superata

Una speranza dall’Australia martoriata dagli incendi: arriva finalmente la pioggia portando un sollievo nonostante l’emergenza non possa dirsi ancora superata. “La pioggia è in arrivo!“, ha twittato il servizio meteo, anticipando l’arrivo di forti temporali sul Nuovo Galles del Sud (Nsw), dove stanno bruciando ancora 80 incendi. Intanto a Faulconbridge, sobborgo di Blue Mountains, sono già stati registrati 45 millimetri di pioggia in 24 ore, segnando un record per il Nsw.

In altre aree dello stato la previsione è di 100millimetri. Se l’hashtag “rain” (pioggia) è già in testa ai commenti degli australiani su Twitter, le autorità avvertono che è presto per celebrare.

“La pioggia è sicuramente benvenuta, ma le forti precipitazioni e le tempeste nelle aree colpite dal fuoco possono portare a condizioni pericolose, come alluvioni improvvise, caduta di alberi e frane”, ha avvertito Paul Bailey, responsabile dei servizi di emergenza del Nsw. C’è inoltre il rischio che la cenere trascinata dalla pioggia contamini i corsi d’acqua. Secondo l’agenzia stampa australiana Aap, è già stata segnalata la moria di decine di migliaia di pesci nel fiume Macley, dove si sono riversati ceneri e sedimenti.

A Melbourne, capoluogo dello stato di Victoria, la pioggia ha spazzato il cielo che da oggi era oscurato dal fumo degli incendi. Per i prossimi giorni sono previsti isolati temporali nelle aree orientali e montagnose di questo stato, dove sono ancora attivi 40 incendi. Più di 11,8 milioni di ettari di boscaglia sono stati inceneriti in Australia da quando sono iniziati gli incendi in settembre, mentre il 2019 è stato l’anno più caldo e secco da quando vengono registrate le condizioni meteo. Ben 28 persone sono morte e si calcola che un miliardo di animali siano periti fra le fiamme.