E’ morto Giancarlo Noci: pioniere degli studi di Fisica Solare Spaziale

L'astrofisico Giancarlo Noci, un pioniere in Italia degli studi di fisica solare spaziale, è morto a Firenze all'età di 88 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato dall'Università di Firenze, dove è stato professore di astrofisica teorica

MeteoWeb

L’astrofisico Giancarlo Noci, un pioniere in Italia degli studi di fisica solare spaziale, è morto a Firenze all’età di 88 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Università di Firenze, dove è stato professore di astrofisica teorica. I funerali si sono svolti oggi pomeriggio a Quarrata (Pistoia), dove era nato nel 1932. Giancarlo Noci ha iniziato la sua carriera all’Ateneo di Firenze negli anni Sessanta con studi spettroscopici applicati alla fisica solare: ha collaborato alle prime missioni spaziali solari americane e trascorso lunghi periodi presso laboratori e istituti sia in Inghilterra che negli Stati Uniti.

E’ stato uno dei massimi esperti a livello internazionale del vento solare e ha sviluppato una tecnica coronografica per la misura della sua velocità. Divenuto professore ordinario di astrofisica all’Università di Padova nel 1980, si è poi trasferito a Firenze nel 1984 dove ha chiuso la sua carriera nel 2007.

Negli anni Ottanta ha contribuito allo sviluppo di strumentazioni per lo spazio per la missione Soho dell’Agenzia Spaziale Europea, portando la ricerca fiorentina e nazionale all’eccellenza nel campo della coronografia solare ultravioletta. Dal 1985 al 1988 è stato a capo dell’Istituto di Astronomia dell’Ateneo fiorentino, poi trasformatosi in Dipartimento, di cui Noci fu anche il primo direttore