Incendi Australia: 2 roghi si fondono in un’inferno di fuoco nel Sud-Est [FOTO]

Due incendi si sono fusi formando un fronte di fuoco di 640mila ettari nel sudest dell'Australia, nelle Snowy Mountains, mentre prosegue la crisi senza precedenti nel Paese

  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
  • AP/LaPresse
    AP/LaPresse
/
MeteoWeb

Continua l’emergenza incendi in Australia, dove i roghi stanno devastando la regione ormai da mesi. Due incendi si sono fusi formando un fronte di fuoco di 640mila ettari nel sudest dell’Australia, nelle Snowy Mountains, mentre prosegue la crisi senza precedenti nel Paese.

Un uomo che ha tentato di proteggere la propria casa dalle fiamme vicino Tumbarumba è rimasto gravemente ustionato ed è stato trasportato a Sydney dall’elisoccorso. La situazione è migliorata dopo che nella notte gli incendi sono stati alimentati da forti venti e dai fulmini che hanno acceso nuovi fuochi nel Nuovo Galles del Sud e Victoria. Le previsioni sono di un relativo miglioramento la prossima settimana.

Vari vigili del fuoco hanno riportato ustioni non gravi e problemi respiratori, nessuno è stato ricoverato. Le autorità prevedono che il mastodontico incendio brucerà per settimane.

Dall’inizio degli incendi a settembre, i morti in Australia sono stati 26, le case distrutte oltre 2mila e l’area devastata più grande dello Stato dell’Indiana negli Usa. Il premier conservatore Scott Morrison è stato accusato di non aver agito a sufficienza per arginare il cambiamento climatico, che secondo gli esperti ha peggiorato la situazione.

Migliaia di persone hanno manifestato contro di lui venerdì a Sydney e Melbourne, chiedendo le sue dimissioni e maggior azione sull’emergenza climatica. L’Australia è il maggior esportatore al mondo di carbone e gas naturale liquido, i suoi cittadini sono tra i maggiori produttori di gas serra pro capite.