Virus Cina, gli igienisti: “Fondamentale agire in tempi rapidi”

Contro il coronavirus cinese e' "fondamentale agire in tempi rapidi per prevenire la diffusione della patologia, mediante azioni efficaci, tempestive e coordinate a livello nazionale e internazionale"

MeteoWeb

Contro il coronavirus cinese e’ “fondamentale agire in tempi rapidi per prevenire la diffusione della patologia, mediante azioni efficaci, tempestive e coordinate a livello nazionale e internazionale”. Lo sottolinea la Societa’ Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita’ Pubblica (SItI).

“Le strutture sanitarie del nostro Paese – ricordano gli igienisti – sono gia’ in grado di identificare i casi di infezione da nuovo coronavirus, grazie alla rapida attivazione della rete di sorveglianza costituita dai laboratori di riferimento regionali coordinati dall’Istituto Superiore di Sanita’ e gia’ operativa sul fronte della sorveglianza dei virus influenzali: questo consente, nonostante l’attuale carenza di informazioni circa le modalita’ di trasmissione e le manifestazioni cliniche del nuovo coronavirus, di attuare i principi cardine di prevenzione e controllo delle malattie trasmissibili, ovvero la rapida identificazione dei casi e l’applicazione delle precauzioni standard e aggiuntive per limitare la diffusione dell’agente patogeno.

In attesa delle decisioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’, se l’epidemia rappresenti una emergenza di sanita’ pubblica di rilevanza internazionale, il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC) stima che il rischio di introduzione dell’infezione in Europa, attraverso casi importati, sia moderato.

E’ quindi cruciale – conclude la SItI – che le istituzioni, gli enti e le organizzazioni professionali che compongono il nostro sistema sanitario implementino e rafforzino le azioni individuate dalla recente circolare del Ministero della Salute, che vanno dalle misure da attuare da parte del personale sanitario per la gestione dei casi di infezione sospetti e confermati, alle procedure di laboratorio per il biocontenimento dei ceppi virali eventualmente identificati, alle piu’ semplici precauzioni di biosicurezza per prevenire anche nel contesto domiciliare la trasmissione del virus per aerosol e per contatto