Virus cinese: stranieri in fuga da Wuhan, i governi preparano i piani di evacuazione

Coronavirus in Cina: i governi stranieri hanno preparato o stanno preparando piani di evacuazione per rimpatriare i concittadini bloccati

MeteoWeb

Il bilancio del coronavirus in Cina è salito a 56 vittime, mentre il numero di persone infette in tutto il Paese si avvicina a 2mila: lo conferma l’ultimo bilancio diffuso dalle autorità.
Nelle ultime ore sono morte 15 persone e almeno 688 nuovi casi sono stati confermati, secondo la Commissione nazionale per la Salute. Dei nuovi decessi, 13 si sono verificati nella provincia di Hubei, quella di Wuhan, al centro dell’epidemia.
Da ciò che emerge fino ad ora, questa malattia non è certamente potente quanto la Sars“, ha spiegato Gao Fu, a capo del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie durante una conferenza stampa a Pechino. Sembra tuttavia che “la capacità di diffusione del virus stia aumentando” ha aggiunto Ma Xiaowei, a capo della Commissione nazionale per la Salute.
Il sindaco della città di Wuhan ha dichiarato alla tv di stato CCTV di attendersi almeno “un migliaio di contagi in più“.

I governi stranieri hanno preparato o stanno preparando piani di evacuazione per rimpatriare i concittadini bloccati a Wuhan e in generale in Hubei e nelle aree colpite: le autorità locali hanno deciso di chiudere ampie zone di territorio al traffico per evitare la diffusione del nuovo coronavirus.
Di seguito e in dettaglio quello che si sa finora sui piani dei singoli governi:

  • Italia: i connazionali possono utilizzare un trasferimento via terra al di fuori dell’Hubei, ma ciò comporterà necessariamente un successivo periodo di osservazione di 14 giorni in una struttura ospedaliera;
  • USA: il dipartimento di Stato ha reso noto che verranno rimpatriati tutti i dipendenti del consolato a Wuhan, ci sarà un volo Wuhan-San Francisco martedì, la precedenza è per i soggetti a rischio;
  • Russia: l’ambasciata a Wuhan ha annunciato che Mosca e Pechino stanno discutendo un possibile piano di evacuazione dei cittadini russi;
  • Giappone: il premier Shinzo Abe ha assicurato che aiuterà tutti i connazionali a tornare a casa. Il governo giapponese organizzerà un volo commerciale una volta ottenuto il via libera dalle autorità locali;
  • Francia: si sta elaborando un piano per evacuare via terra tutti i cittadini e le loro famiglie da Wuhan verso altre città della Cina.

Virus cinese, aumentano le città in quarantena: il bilancio sale a 56 vittime e 2mila infetti, vietato il commercio di animali selvatici