Coronavirus, il contagio non si ferma: nuovo caso ad Asti, positivi 10 piemontesi e due medici specializzandi bresciani

Una seconda persona appartenente alla prima comitiva astigiana ospitata all'hotel di Alassio è risultata positiva al coronavirus, così come 2 specializzandi gli ultimi "positivi" bresciani

MeteoWeb

Una seconda persona, sempre appartenente alla prima comitiva astigiana ospitata all’hotel di Alassio dal 4 al 18 febbraio, e’ risultata positiva al test del “coronavirus covid19″ e si trova attualmente ricoverata in ospedale ad Asti. Lo rende noto la Regione Piemonte. Il paziente rientra nella condizione di “caso probabile”, in attesa della convalida delle analisi da parte dell’Istituto superiore di Sanita’. Al momento, dunque, in Piemonte risultano un caso conclamato a Torino e cinque casi probabili (due ad Asti e tre a Novara) cui vanno i 4 casi degli astigiani, anche loro ospitati in passato ad Alassio, e ricoverati a Genova.

Due medici specializzandi bresciani positivi

Due specializzandi sono gli ultimi “positivi” bresciani. Il primo e’ uno specializzando in ortopedia della Poliambulanza mentre al Civile e’ uno studente del corso di specializzazione in neurologia residente in provincia di Milano. “Operatori e pazienti ha comunicato il Civile entrati in contatto con lui sono sottoposti a monitoraggio clinico e per alcuni di essi verra’ eseguito tampone naso-faringeo”. All’ingresso dell’Ospedale Poliambulanza e’ presente un’equipe per misurare la temperatura con un termoscanner, come accade negli aeroporti, per intercettare chi presenta alterazioni e bloccare eventuale rischio di contagio.