Coronavirus, esperto: “Non è come l’influenza, è più letale. Ora gli scenari possibili sono 3”

Coronavirus, esperto: "Covid-19 non è una pandemia o quantomeno non lo è ancora". "Al momento gli scenari possibili sono 3"

MeteoWeb

Covid-19 e’ simile all’influenza stagionale per le modalita’ di trasmissione, per i prodromi e per i sintomi, ma nelle forme piu’ gravi e’ piu’ pericolosa“: lo ha dichiarato all’AGI Giorgio Palù, docente ordinario di microbiologia e virologia all’Universita’ di Padova, presidente uscente delle Societa’ europea e italiana di virologia, esprimendosi sulla questione che divide i virologi, tra chi ritiene Covid-19 piu’ grave dell’influenza e chi no. “Da un confronto tra il tasso di mortalita’ dell’influenza stagionale e Covid-19, sembra che la seconda sia piu’ letale. Nella stagione 2018-2019 circa il 10 per cento della popolazione e’ stata colpita dall’influenza stagionale o da sindromi simil-influenzali. Qualcosa quindi come 8 milioni di persone, di cui 8mila morti direttamente (ad esempio per polmonite) o indirettamente legate all’influenza. Si tratta quindi di un tasso di mortalita’ dello 0,1 per cento. Per Covid-19 si parla invece di un tasso di mortalita’ di circa il 2 per cento, legata soprattutto alle forme gravi che danno polmonite interstiziale. Tuttavia, finche’ non avremo dati completi su quanti siano effettivamente il totale delle persone contagiate, e’ ancora troppo presto per trarre conclusioni definitive“.
Covid-19 non e’ una pandemia o quantomeno non lo e’ ancora“. “Al momento gli scenari possibili sono 3: il primo e’ che avremo una pandemia; il secondo e’ che i casi saranno sempre piu’ limitati come succede per l’influenza, perche’ anche la diffusione di questo Coronavirus e’ stagionale; la terza ipotesi e’ che il nuovo Coronavirus diventi endogeno cosi’ come i 4 virus stagionali
La caccia al paziente zero? “Ormai è inutile“: “Due sono i motivi che la rendono meno importante. Il primo e’ che il virus e’ altamente contagioso e lo e’ anche nei pazienti asintomatici. Un recente studio cinese ha trovato alte concentrazioni di virus in naso e bocca in pazienti perfettamente in salute. Il secondo e’ che ormai la diffusione e’ autoctona e non piu’ legata ai viaggi in Cina“.

Coronavirus, la situazione precipita: in Italia 5 morti e 219 contagiati, 23 gravi. “E’ già pandemia, non paragonatela all’influenza e non uccide solo gli anziani”

Coronavirus, il problema è che in Italia non prendiamo nulla sul serio. Il premier Conte come Morgan sul palco di Sanremo

Coronavirus, testimonianze allarmanti da Codogno: “è il panico assoluto, non c’è niente sotto controllo”

Il Coronavirus ripopola il Sud: tornano tutti senza controlli, solo la Basilicata li mette in quarantena. E intanto l’Austria chiude i confini

Coronavirus, il medico italiano sopravvissuto all’Ebola: “questo virus è completamente diverso, fondamentale lavarsi le mani”

Coronavirus, parla il manager tornato dalla Cina: “Io paziente zero? Sono sempre stato bene”

Coronavirus, l’apocalittica previsione di un team di scienziati: 650 milioni di persone si ammaleranno prima del picco

Il coronavirus cinese e la profezia di Nostradamus sulla “grande epidemia”

Il coronavirus e la ‘profezia’ di Bill Gates nel 2018: “il mondo deve prepararsi ad una pandemia che farà milioni di morti”

Coronavirus, in Cina l’epidemia ha ridotto le emissioni di CO? di 1?4: crollato l’utilizzo di carbone e petrolio, impatto enorme sull’inquinamento globale

Coronavirus, parla la virologa Ilaria Capua: “Arriverà in Italia, dobbiamo prepararci: chi può lavorare da casa si organizzi”

Coronavirus, parla il manager tornato dalla Cina: “Io paziente zero? Sono sempre stato bene”