Coronavirus, in Italia la situazione precipita: 1 morto nella notte e 33 casi accertati, contagi a Cremona, Lodi e in Veneto a ridosso del Carnevale di Venezia – LIVE

Sono 27 i contagiati in Lombardia e altri 3 i casi in Veneto: la situazione è di grande allerta

MeteoWeb

Situazione di grande allerta in Italia, dopo i ben 18 casi rilevati ieri ai quali se ne aggiungono altri 11. Sono 27 i contagiati in Lombardia, nella provincia di Lodi e nella provincia di Cremona, altri 3 i casi in Veneto. Due di Vo’ Euganeo in provincia di Padova e uno, notizia di poco fa, di Dolo, in provincia di Venezia proprio nelle giornate a ridosso del noto carnevale.

Uno dei pazienti veneti purtroppo nella notte non ce l’ha fatta: si chiamava Adriano Trevisan, 78enne di Vo’ Euganeo, ed è deceduto a causa dell’infezione da Coronavirus. Ex titolare di una piccola impresa edile, Trevisan aveva tre figli, una delle quali, Vanessa, era stata sindaco di Vo’.

Il nuovo caso positivo di oggi in Veneto è stato registrato a Dolo, in provincia di Venezia: l’uomo si trova in terapia intensiva. La positività è stata confermata dal Centro regionale di Padova: i campioni sono stati inviato all’Istituto superiore di sanità di Roma. A confermarlo la regione Veneto. Il paziente è transitato dapprima al pronto soccorso di Mirano (Venezia), poi nella rianimazione di Dolo (Venezia), e, in seguito al peggioramento delle condizioni, è stato trasferito a Padova.

La situazione però rimane preoccupante: vi sarebbero alcuni test positivi tra i tamponi già effettuati all’interno dell’ospedale di Schiavonia (Padova), dove è deceduto Adriano Trevisan, prima vittima italiana del virus. Lo apprende l’ANSA da fonti qualificate. La certezza della positività, in un campione non piccolo di pazienti, si potrà tuttavia avere solo in giornata dalle fonti sanitarie della Regione. Nell’ospedale è previsto siano sottoposti ai test circa 600 persone.

Al momento risulta in condizioni stazionarie l’uomo di 67 anni di Vo’ Euganeo che fino a ieri rappresentava il secondo caso di contagio da Coronavirus in Veneto. L’amico con cui, per cause ancora ignote, aveva condiviso il contagio, Adriano Trevisan, 78 anni, è stato il primo deceduto in Italia. L’uomo, si apprende da fonti della Regione, si trova in cura nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Padova. 

Coronavirus
Foto WPA Pool/Getty Images

Anche per le zone del Veneto dove risiedevano i due anziani scatteranno quindi delle misure restrittive come quelle previste per il lodigiano. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza al termine della riunione alla protezione civile. “Siamo al lavoro per un’ulteriore ordinanza che sarà sottoscritta con la regione Veneto. L’obiettivo è contenere in aree geografiche limitate l’epidemia” ha spiegato il ministro sottolineando che i provvedimenti ricalcheranno quelli già attuati per i 10 comuni in provincia di Lodi.

Il 16° caso di coronavirus in Lombardia è stato invece registrato a Cremona. Secondo quanto si apprende da fonti sanitarie, il nuovo positivo al virus è un paziente ricoverato da qualche giorno all’ospedale di Cremona.

E Cremona chiude le scuole in via precauzionale. “In accordo con la Prefettura di Cremona, in via cautelativa e preventiva rispetto alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, oggi le scuole di ogni ordine e grado della nostra città rimarranno chiuse”: lo ha annunciato il Comune di Cremona su Facebook. “Stiamo valutando anche la sospensione degli eventi sportivi e delle manifestazioni legate al Carnevale. Siamo in stretto contatto con le autorità sanitarie e ci adoperiamo al massimo per tutelare la salute dei cittadini”, prosegue il comunicato.

Coronavirus, Italia blindata e record di contagi in Europa: 20 casi e 50mila persone coinvolte nella “zona rossa”, domani scuole chiuse a Piacenza

Coronavirus, è una giornata da incubo: esplodono focolai in Sud Corea e Iran, primo caso in Libano, allarme a Pechino. Oms: “La finestra per contenere il virus si restringe” [DATI]

Coronavirus, parla la virologa Ilaria Capua: “Arriverà in Italia, dobbiamo prepararci: chi può lavorare da casa si organizzi”

Coronavirus, l’apocalittica previsione di un team di scienziati: 650 milioni di persone si ammaleranno prima del picco

Il coronavirus cinese e la profezia di Nostradamus sulla “grande epidemia”

Il coronavirus e la ‘profezia’ di Bill Gates nel 2018: “il mondo deve prepararsi ad una pandemia che farà milioni di morti”

Coronavirus, in Cina l’epidemia ha ridotto le emissioni di CO? di 1?4: crollato l’utilizzo di carbone e petrolio, impatto enorme sull’inquinamento globale