Coronavirus: 1.367 morti e 59.804 contagi totali con nuovi criteri, “prima la situazione era sottostimata”

Coronavirus, esperto: "Quello che sappiamo è che sono stati adottati nuovi criteri per la definizione dei casi, che sembrano essere più sensibili"

MeteoWeb

Nuovo aggiornamento ufficiale dalla Cina: sono 254 i nuovi decessi e 15.152 i casi di contagio rispetto a ieri, relativamente all’epidemia di Coronavirus.
Le nuove cifre tengono conto del cambio dei parametri diagnostici nella provincia epicentro del focolaio, l’Hubei.
In totale si contano 1.367 decessi e 59.804 contagi.

Il trend dei nuovi casi di Covid-19 in Cina non è chiaro. Per questo anche nei giorni scorsi invitavo alla cautela. Quello che sappiamo è che sono stati adottati nuovi criteri per la definizione dei casi, che sembrano essere più sensibili. Dunque ora bisogna capire se l’aumento registrato dall’ultimo bollettino è interamente dovuto ai nuovi criteri: in questo caso prima la situazione era sottostimata“: lo ha spiegato all’AdnKronos Salute il direttore del dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, Gianni Rezza. “I nuovi criteri di definizione dei casi sembrano più sensibili. Inoltre bisogna tener conto del fatto che le curve mostrano i casi per giorno di notifica e non per quello della comparsa dei sintomi“. “Per tutti questi motivi è troppo presto per interpretare l’andamento dei casi in Cina. Non abbiamo ancora un’idea chiara per trarre conclusioni generali, ma quello che possiamo dire, anche alla luce delle nuove segnalazioni, è che la maggior parte dei nuovi casi e dei decessi resta concentrato su Wuhan. Tutto indica che in questa città e nell’Hubei c’è un’epidemia di grandi dimensioni, ma che tutto sommato sembra concentrata in quest’area anche rispetto al resto della Cina. Ma ripeto: occorre cautela nell’interpretazione di quanto sta accadendo nel Paese“.