Coronavirus: dal plasma dei guariti una possibile cura

Sviluppato dal sangue dei pazienti guariti il "plasma di convalescenza" destinato al trattamento delle persone con Coronavirus

La Cina ha annunciato di aver sviluppato dal sangue dei pazienti guariti il “plasma di convalescenza” destinato al trattamento delle persone con Covid-19: lo rende noto la società China National Biotec Group che ha spiegato di avere raccolto il plasma da alcuni pazienti guariti per preparare prodotti terapeutici tra cui plasma di convalescenza e immunoglobuline. A seguito di “stringenti test di biosicurezza del sangue“, ed esami sull’inattivazione del virus e l’attività antivirale, i ricercatori hanno sviluppato plasma di convalescenza per il trattamento clinico e lo hanno utilizzato per trattare pazienti in condizioni critiche.
Attualmente più di 10 persone hanno ricevuto il trattamento, ha precisato la società.
I risultato hanno mostrato che da 12 a 24 ore dopo che i pazienti hanno ricevuto il trattamento, hanno mostrato un miglioramento dei sintomi clinici, con i principali indici infiammatori diminuiti significativamente e alcuni indici chiave come la saturazione di ossigeno nel sangue in totale recupero.

Il prodotto derivato dal plasma di convalescenza è costituito dal sangue donato da pazienti guariti, dopo l’inattivazione del virus e il rilevamento di microrganismi patogeni multipli.
Secondo gli esperti, la terapia al plasma può essere una strategia efficace per ridurre il tasso di mortalità dei pazienti critici.