Marte si è formato più lentamente del previsto

Marte potrebbe essere cresciuto più lentamente del previsto: lo studio che lo rivela

Marte potrebbe essere cresciuto più lentamente del previsto: la sua formazione sarebbe infatti avvenuta nell’arco di 15 milioni di anni, e non di 2-4 milioni di anni come si ipotizzava in base alla composizione chimica dei suoi meteoriti caduti sulla Terra. Lo rivela una simulazione che riproduce le grandi collisioni con cui diversi protopianeti avrebbero colpito Marte da giovane, rimescolando così tanto il suo mantello da farlo assomigliare a una torta marmorizzata.

I risultati sono pubblicati sulla rivista Science Advances dai ricercatori dell’americano Southwest Research Institute, guidati dall’italiano Simone Marchi.

“Sapevamo che Marte ha acquisito elementi come l’oro e il platino da antiche e grandi collisioni”, spiega Marchi. Per indagare questo processo, i ricercatori hanno elaborato una simulazione che dimostra come questi ‘proiettili’ cosmici (del diametro di 1.000-2.000 chilometri) avrebbero colpito Marte dopo che il suo nucleo si era gia’ formato.

“Sulla base del nostro modello – aggiunge Marchi – avrebbero prodotto un mantello eterogeneo simile a una torta marmorizzata. Questi risultati suggeriscono che la teoria predominante sulla formazione di Marte potrebbe essere scorretta a causa del numero limitato di meteoriti disponibili per le indagini”.

Perciò i ricercatori attendono con ansia i risultati delle future missioni su Marte, che attraverso la raccolta di campioni permetteranno di capire meglio la variabilita’ di certi elementi nelle rocce marziane e le prime fasi dell’evoluzione del pianeta.