Olio ritirato dal mercato, l’allerta del RASFF: contiene sostanze cancerogene, non consumare [MARCHIO E INFO]

L'olio in questione è stato ritirato dalla vendita, ma alcuni dei prodotti sono già stati venduti al consumatore finale

MeteoWeb

Il Sistema rapido di allerta comunitario (RASFF), nei giorni scorsi, ha diffuso l’allarme sulla presenza di inquinanti ambientali in olio di sesamo commercializzato anche in Italia. Vi è un serio rischio per la salute dei consumatori in quanto il prodotto in questione contiene livelli troppo alti di benzo(a)pirene e idrocarburi policiclici, che possono causare intossicazione. Nello specifico si tratta di Olio di sesamo Tostato da 150 ml, 360 ml e 5 litri (venduto in Italia in taniche da 5 litri, soprattutto all’ingrosso) del marchio OH AIK GUAN, numero di lotto 22/02/2022, il cui ritiro è già stato comunicato ufficialmente nel Lussemburgo. Il richiamo è stato anche riportato sul sito web del Ministero della Salute.

Il prodotto in questione è stato ritirato dalla vendita nei negozi Auchan, ma alcuni dei prodotti sono già stati venduti al consumatore finale. Tuttavia, una distribuzione più ampia non può essere esclusa. Gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) sono composti organici la cui struttura ciclica comprende almeno due anelli aromatici. La formazione di IPA si verifica durante la combustione incompleta o la pirolisi di materia organica come legno, prodotti petroliferi, carbone o alimenti. I rischi più importanti associati agli IPA sono il loro effetto mutageno e cancerogeno. In effetti, alcuni di essi sono stati classificati come cancerogeni probabili o possibili nell’uomo.

Si ricorda che il RASFF è un portale della Commissione Europea che diffonde le allerte sugli alimenti, spesso ancora in fase di valutazione. Si tratta di una sorta di preallarme che arriva prima delle allerte nazionali, pubblicate in Italia sul sito del Ministero della Salute. Il principale scopo del RASFF è dunque quello di mantenere un elevato standard di sicurezza per i consumatori, preservandone la salute attraverso avvisi tempestivi e internazionali.

Il RASFF ha precisato che l’olio si sesamo ritirato proviene da Singapore ed è commercializzato, oltre che in Italia, in decine di altri Paesi. Il consiglio per i consumatori, come sempre, è di prestare attenzione alle etichette per individuare con certezza gli alimenti oggetto di richiamo e di non consumare il prodotto in questione se già acquistato. Per ristoratori e altri esercenti che abbiano acquistato o venduto all’ingrosso l’olio oggetto di richiamo, il Ministero della Salute consiglia: “Se avete distribuito il prodotto a terzi, siete pregati di informarli tempestivamente“.

Vi invitiamo a controllore le nostre pagine per essere aggiornati su tutti gli ulteriori avvisi relativi all’alimento in questione e su altri richiami alimentari.

La peste suina, i richiami alimentari e i consumatori che non leggono le etichette: quando per fare la spesa ci vuole una laurea. Il decalogo