WWF, flash mod davanti alla FAO: “Gli animali a rischio chiedono ai governi di agire subito per salvare la natura e l’umanità”

A Roma, nella sede della FAO, iniziano lunedì 24 febbraio i lavori preparatori in vista della COP15 per la Convenzione sulla Diversità Biologica

MeteoWeb

A Roma, nella sede della FAO, iniziano lunedì 24 febbraio i lavori preparatori in vista della COP15 per la Convenzione sulla Diversità Biologica. La capitale italiana è infatti stata scelta come sede del working group per i negoziati sulla bozza zero del quadro globale sulla biodiversità post 2020 (pubblicata dalla Convenzione ONU sulla Diversità Biologica a gennaio). Al gruppo di lavoro partecipa anche il WWF attraverso una delegazione internazionale di alto profilo, che lavorerà affinché la bozza contenga obiettivi ambiziosi indispensabili per la tutela della biodiversità globale, dai cui dipende il futuro benessere dell’umanità.

Proprio per richiamare l’attenzione sull’importanza della sfida che abbiamo davanti per proteggere la biodiversità globale, alle 11,30 di lunedì 24 febbraio, il WWF sarà protagonista di un Flash Mob che si terrà in piazza di Porta Capena, angolo via dei Cerchi, in cui sarà la stessa “natura” a chiedere ai governi un’assunzione di responsabilità immediata.