Coronavirus, crescono i contagi al Sud: 89 casi in Campania, 3 casi positivi a Cosenza, secondo caso a Sant’Agata di Militello

Aumento i casi di coronavirus al Sud Italia: nuovi contagi in Calabria e in Sicilia, dove è risultata positiva la moglie del vigile del fuoco contagiato

Nuovi casi di coronavirus in Calabria. “Il laboratorio di Microbiologia dell’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza ci ha comunicato l’esito positivo di tre tamponi effettuati su altrettanti pazienti”. Lo rende noto il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli. “Si tratta – prosegue – di due persone ricoverate nel reparto di Malattie infettive del nosocomio cosentino mentre il terzo tampone e’ stato effettuato su un paziente residente nella provincia di Cosenza. Come previsto dal protocollo, i campioni per i test di conferma sono stati inviati all’Istituto superiore di Sanita’ siamo in attesa degli esiti”.

Positiva la moglie del vigile del fuoco in Sicilia

E’ risultata positiva al tampone per il coronavirus la moglie del vigile del fuoco di Sant’Agata di Militello (Messina), ricoverato da ieri all’ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto. Negativi, invece, i test eseguiti sulle due figlie della coppia e quelli su una parte dei 15 tra medici e sanitari del pronto soccorso entrati in contatto con il paziente. L’uomo, di rientro da Roma dove aveva seguito un corso di aggiornamento, sabato scorso ha accusato alcuni sintomi e si è recato al pronto soccorso. Dopo essere stato dimesso, è stato posto in isolamento a casa, ma durante la settimana le sue condizioni sono peggiorate e ieri dopo il tampone è risultato positivo. Per gli esiti delle analisi della restante parte del personale sanitario bisognerà attendere ancora qualche ora. La moglie del vigile del fuoco, al momento asintomatica, è in isolamento nella propria abitazione. La donna, titolare di un esercizio commerciale, ha fornito la massima collaborazione per individuare tutte le persone entrate in contatto con lei in questi giorni.

89 contagiati  in Campania

‘Unita’ di Crisi della Protezione civile della Regione Campania comunica che nel pomeriggio di oggi sono stati esaminati 71 tamponi al centro di riferimento dell’ospedale Cotugno di Napoli. Di questi 12 sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell’Istituto superiore di sanita’. Nella mattinata erano stati esaminati 48 tamponi di cui 14 risultati positivi. Sono 89 le persone risultate positive in regione, una di loro risulta guarita.

Tredicesimo contagio in Sardegna

C’e’ un nuovo caso di Coronavirus in Sardegna, che porta i contagiati nell’isola attualmente a 13. Il test positivo e’ stato registrato a Oristano. Ne da’ notizia l’unita’ di crisi regionale.

Altri 5 casi in Abruzzo

Nei test eseguiti oggi nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, sono emersi 5 nuovi casi positivi al Covid 19. Il primo riguarda un uomo di Manoppello, ricoverato in isolamento all’ospedale di Pescara con una sindrome respiratoria. Ci sono poi marito e moglie di Pescara, posti invece in isolamento domiciliare con sorveglianza sanitaria attiva da parte della Asl, perché pressoché asintomatici. Hanno raccontato di essere appena rientrati da una vacanza nel nord Italia. Il quarto paziente positivo è un uomo ricoverato all’ospedale di Penne con patologia respiratoria. L’ultimo è un 60enne residente a Roma, che si trovava in Abruzzo per un breve soggiorno. Ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Avezzano, sarà ora trasferito al policlinico Gemelli di Roma. Ha riferito di essere stato in vacanza sulle Alpi e di aver avuto contatti con dei cittadini olandesi, risultati poi positivi al contagio. Per tutti sono scattate le misure di sicurezza sanitaria nei confronti dei familiari e si procederà alla ricostruzione dei contatti avuti negli ultimi giorni. Con questi ultimi casi, salgono a 16 i pazienti positivi al Covid 19 in Abruzzo. Per 7 di questi casi il risultato è stato confermato dalle controanalisi eseguite dall’Istituto Superiore di Sanità e dallo Spallanzani di Roma. L’aggiornamento è comunicato dal Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione.

Seconda maestra positiva in scuola ad Arezzo

E’ risultata positiva al tampone del Coronavirus una seconda maestra della scuola elementare di Arezzo dove gia’ si era verificato il caso di un’altra insegnante. Salgono cosi’ a quattro i casi postivi ad Arezzo citta’ e nove complessivamente in provincia. Il marito e il figlio della donna, che ha 46 anni, sono risultati negativi al tampone e tutti sono a casa. La scuola attualmente e’ stata sanificata e gli alunni, 178, messi in quarantena.

3 nuovi positivi a Bologna

Tre nuovi positivi al Coronavirus a Bologna. Si tratta di due pazienti, uno ricoverato presso la neurologia dell’ISNB, Scienze Neurologiche di Bologna, l’altro ha effettuato prestazioni ambulatoriali presso la pneumologia dell’Ospedale Bellaria. Positivo anche un medico dell’equipe di oncologia. Dopo un attenta analisi epidemiologica – informa l’Ausl Bologna – sono stati posti in quarantena preventiva 56 operatori. Da lunedi’ 9 marzo saranno sospese le attivita’ del DH Oncologico, garantite le urgenze oncologiche, i controlli e le terapie della tossicita’. L’area della degenza, inoltre, sara’ ridotta. Sono regolari, invece, le attivita’ di pneumologia. Presso l’ISNB, Scienze Neurologiche di Bologna, e’ in fase di valutazione, l’ipotesi di accorpamento del reparto di neurologia con quello di neurochirurgia in relazione alla corrispondente riduzione di attivita’ chirurgica programmata non urgente e non oncologica.

La prossima settimana – informa ancora l’Ausl Bologna in una successiva nota – saranno comunque garantite le urgenze oncologiche, e i controlli dei pazienti in terapia. Saranno sospese le attivita’ del DH oncologico dilazionabili, e riprogrammate le terapie non dilazionabili. Dalla degenza sono stati dimessi o trasferiti alcuni pazienti ed e’ in fase di valutazione l’ipotesi di accorpamento dei reparti anche in relazione alla corrispondente riduzione di attivta’ chirurgica programmata non urgente e non oncologica. Mantenute regolarmente le attivita’ di pneumologia.

Nuovo caso a Grosseto, il terzo in città

Un 21enne residente a Grosseto ma domiciliato per lavoro a Milano risulta positivo al Coronavirus. Lo comunica l’Asl Toscana sud est. E’ il terzo caso in citta’. Il Dipartimento di prevenzione dell’Asl sta effettuando le indagini per definire la catena epidemiologica. Il 21enne e’ in isolamento domiciliare a Grosseto.