Coronavirus, il ministro Lamorgese: “spero che per l’estate potremo andare in vacanza”

Coronavirus, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese fa il punto della situazione

Ci vuole tempo, cautela, bisogna capire che questo e’ il momento piu’ delicato e bisogna fare ancora piu’ attenzione ai propri comportamenti. Dopo Pasqua, entro aprile, vedremo i dati come andranno e verranno prese decisioni. Spero che per l’estate potremo andare in vacanza“. Lo ha detto la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese al programma ‘Di Martedi” su La7. “La situazione dei contagi – ha osservato – e’ abbastanza stabile rispetto ai giorni scorsi e cio’ fa ben sperare per i prossimi giorni. Il virus si sta estendendo a macchia di leopardo, per fortuna ancora al Sud non ci sono numeri elevatissimi, seguiamo con grande attenzione e cerchiamo di avere la situazione sotto controllo. Di certo questa emergenza, lascera’ qualcosa in ciascuno di noi. Dobbiamo cambiare stile di vita, solo cosi’ non ci ricadremo“.

Dal 10 al 20 marzo – ha sottolineato il responsabile del Viminale – abbiamo fatto 3 milioni di controlli e le sanzioni amministrative sono diminuite, in quanto sono state circa 22mila quindi non moltissime rispetto alle 116mila dei primi giorni di quarantena“. “Gli italiani hanno compreso la difficolta’ del momento e sono stati attenti a seguire tutte le prescrizioni che sono state date dal governo“, ha spiegato ancora. “Ce la stiamo mettendo tutta perche’ capiamo che e’ un momento difficile, non soltanto per i lavoratori che sono in cassa integrazione, io ho sempre fatto riferimento alle classi piu’ deboli e fragili che vivevano di lavori occasionali e che certamente vanno tutelati in questa fase di difficolta’ economiche per il Paese“, ha aggiunto.