Coronavirus, vigile positivo a Messina: aveva febbre e tosse insistente. Tamponi per familiari, medici e infermieri

C'è attesa a Sant'Agata Militello, nel Messinese, per i risultati dei tamponi eseguiti oggi sulla moglie e le figlie del vigile del fuoco 50enne risultato positivo al Coronavirus

MeteoWeb

Sono stazionarie le condizioni del vigile del fuoco 50enne di Sant’Agata Militello, nel Messinese, risultato positivo al Coronavirus. L’uomo da ieri si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto. Il suo quadro clinico al momento sarebbe sotto controllo, secondo quanto apprende l’Adnkronos. Nella cittadina in provincia di Messina, era tornato venerdì scorso dopo un soggiorno a Roma per un corso d’aggiornamento. Sabato mattina l’uomo, che non accusava alcun sintomo, è uscito recandosi anche al supermercato. Solo nel pomeriggio le sue condizioni si sarebbero aggravate e in serata si è recato in pronto soccorso, accusando qualche sintomo. Qui i medici, dopo averlo visitato, lo avrebbero dimesso, raccomandandogli, però, l’autoisolamento. Nel corso della settimana sono comparsi febbre e tosse insistente e ieri mattina è stato sottoposto al tampone che ha confermato una prima positività al Covid-19. La positività DEL test risulta ancora a carattere provvisorio in attesa della convalida definitiva dello Spallanzani di Roma.

C’è attesa a Sant’Agata Militello, nel Messinese, per i risultati dei tamponi eseguiti oggi sulla moglie e le figlie del vigile del fuoco 50enne risultato positivo al Coronavirus. Le donne si trovano in isolamento a casa e non presenterebbero alcun sintomo. Sottoposti ai controlli anche altri 15 tra medici e infermieri in servizio al pronto soccorso di Sant’Agata Militello. Tra di loro ci sono anche i sanitari che sono venuti direttamente in contatto con il 50enne, che sabato sera, dopo aver accusato un malore, si era recato nella struttura. L’esito dei test, secondo quanto apprende l’Adnkronos, è atteso tra stasera e domani mattina.