Coronavirus, situazione surreale nel Savonese: donna bloccata in casa con il cadavere del marito positivo

Coronavirus: una donna è costretta a rimanere in casa con il cadavere del marito a Borghetto Santo Spirito (Savona)

MeteoWeb

Dopo un caso analogo avvenuto alcuni giorni fa a Napoli, una donna è costretta a rimanere in casa con il cadavere del marito a Borghetto Santo Spirito (Savona).
L’uomo, che da tempo mostrava sintomi riconducibili al Coronavirus, è deceduto nella notte, stroncato probabilmente da un malore. La moglie, anche lei potenzialmente infetta, ha chiamato subito i soccorsi ma le forze dell’ordine, una volta giunte sul posto, hanno deciso di non entrare nell’alloggio.
Trattandosi di un potenziale contagio, per rimuovere il corpo sarà necessario attendere almeno 24 ore e l’esito dei tamponi. “Una situazione spiacevole che non so definire a parole. Sono vicino al dolore della donna e dei parenti che stanno vivendo questa situazione surreale,” ha detto il sindaco Giancarlo Canepa.